• Articolo , 17 maggio 2011
  • ETI, un progetto da 10 mln per pale off-shore da 90 metri

  • L’ETI britannico ha lanciato un programma da 10 mln di sterline per la produzione di rotori eolici off-shore con lame lunghe 90 metri e una capacità di 8-10 MW

(Rinnovabili.it) – L’ETI britannico (Energy Technologies Institute) ha lanciato un progetto da 10 milioni di sterline per la produzione di pale da 90 metri per turbine eoliche offshore di prossima generazione. Questi rotori, con lame di enormi dimensioni, avranno la stessa altezza del Big Ben e potrebbero arrivare ad una capacità di 8-10 MW ciascuna.
Un recente studio dell’Istituto ha inoltre concluso che pale eoliche più grandi rispetto alle attuali in produzione (60 metri) potrebbero abbattere i costi dell’energia di un terzo. Al contempo, uno studio danese ha calcolato che potrebbero essere costruite turbine fino a 20 MW di potenza.
La prima fase del progetto dell’ETI si concentrerà sul design e sulle dimensioni delle nuove lame seguita da una seconda fase di lavori durante la quale verranno analizzati processi efficienti di realizzazione.
L’ETI si augura inoltre che una terza fase di sperimentazione e verifica delle lame prototipo venga completata entro la fine del 2014, per poi avviare la produzione.
“La creazione di lame molto lunghe con la giusta rigidità e nel contempo con prestazioni aerodinamiche mantenendo un costo accettabile sarà una sfida enorme per l’industria”, afferma il chief executive dell’ETI David Clarke.
“Ma investendo in questo progetto per produrre più grandi e più efficienti lame è un passo fondamentale per l’intero settore nella preparazione del terreno per le turbine più efficienti, che a loro volta contribuiranno ad abbassare i costi di produzione dell’energia elettrica” ha concluso Clarke.