• Articolo , 31 agosto 2009
  • Europa 2008, cala la produzione di CO2

  • La minore presenza di gas serra potrebbe essere una conseguenza della crisi economica che ha portato al calo della produzione industriale

(Rinnovabili.it) – Secondo le stime provvisore della Nuova Agenzia europea dell’Ambiente, nel 2008 le emissioni nocive sono diminuite: il calo si registra ormai da quattro anni a questa parte.
Rispetto ai livelli del 2007 i dati indicherebbero la presenza di minor inquinamento: un meno 1,3% nelle emissioni totali di gas serra con cui l’UE-15 risulta assestarsi ad una diminuzione del 6,2% rispetto ai livelli dell’anno base (1990 nella maggior parte dei casi).
E’ stata registrata una minor presenza di emissioni di CO2 derivante, con tutta probabilità, dalla combustione di combustibili fossili in settori quali l’energia, l’industria e i trasporti, influenzati certamente dalla presenza della crisi economica e dalla conseguente diminuzione della produzione.
Grazie a queste stime sarà possibile calcolare e monitorare i cambiamenti in merito alla diminuzione o all’aumento delle emissioni nocive, in ottemperanza alle normative europee relative alla riduzione dell’inquinamento atmosferico.
Il Commissario europeo all’Ambiente, Stavros Dimas, ha così commentato: “Questi dati provvisori sono una ulteriore conferma che l’UE è sulla buona strada per raggiungere il proprio obiettivo di Kyoto, anche se si deve riconoscere che una parte della riduzione delle emissioni è dovuto al rallentamento economico. Questa tendenza deve essere ulteriormente consolidata negli anni a venire”.
“L’Unione – ha continuato il Commissario – ha già dimostrato di poter separare correttamente le proprie emissioni dalla crescita economica. La rapida attuazione del pacchetto clima-energia dovrebbe imprimere un nuovo impulso a questo trend”.
La pubblicazione dei dati definitivi è prevista per la fine dell’anno.