• Articolo , 15 settembre 2010
  • European Mobility Week, sette giorni di sostenibilità

  • Manca solamente un giorno alla nona edizione della Settimana Europea della Mobilità, la campagna di sensibilizzazione per sostenere e diffondere modelli eco-friendly di mobilità urbana. Oltre 1700 le città che hanno deciso di aderire all’iniziativa

Quando tutto iniziò, il 22 settembre del 1998 in Francia, fu sotto il motto _In town, without my car!_ (In città senza la mia auto) e con l’aspirazione di creare una giornata che incoraggiasse le città a chiudere una o più strade al passaggio dei veicoli privati per 24 ore. L’inaspettato successo di _In town, without my car!_ contagiò l’allora commissario europeo per l’Ambiente Margot Wallström che decise, due anni più tardi, di istituire il primo _Car Free Day_ a livello comunitario e coinvolgere nel progetto le municipalità attente alla questione mobilità, fino a dare vita ad una vera e propria campagna di sensibilizzazione. Dopo oltre dieci anni, l’iniziativa ha mutato il suo volto pur conservando il proprio spirito: quella che ufficialmente dal 2002 si celebra come la “Settimana Europea della Mobilità”:http://www.mobilityweek.eu/ è pronta a festeggiare la sua nona edizione e a mostrare quanto di sostenibile è stato fatto e si può fare a livello dei trasporti urbani. Il 2010 ha saputo già catalizzare l’attenzione di oltre 1700 città partecipanti e valicato i confini del Vecchio Continente con l’adesione di centri urbani fuori dell’Unione europea, come nel caso della canadese Montréal, della ecuadoriana Quito, della capitale argentina o delle giapponesi Fukui e Kasukabe.
L’appuntamento è sempre lo stesso. Dal 16 al 22 settembre gli enti locali partecipanti metteranno in mostra le loro politiche, le iniziative e le migliori pratiche concernenti la mobilità sostenibile, con l’obiettivo di incoraggiare la consapevolezza pubblica sulla necessità di agire contro l’inquinamento urbano, evitando però di ridurre l’iniziativa ad una mera questione di lotta allo smog o al rumore. Meta sensibile della campagna, organizzata dal Consorzio di Associazioni Eurocities, Energie-Cités e Climate Alliance, è infatti riuscir a far passare il messaggio che una scelta comune e condivisa di una mobilità alternativa si possa concretizzare, con il tempo, in una migliore qualità della vita urbana.

*Edizione 2010* Per quest’anno _“Travel Smarter, Live Better”_ (Viaggia in modo più intelligente, vivi meglio) sarà lo slogan e il filo conduttore su cui i comuni sono invitati a lanciare e promuovere misure permanenti.
La scelta del tema da parte degli organizzatori è una debita conseguenza dell’incremento sempre più massiccio del traffico in Europa, i cui effetti – congestione, aumento degli incidenti, crescita degli inquinanti atmosferici, maggiore sedentarietà – rendono maggiormente delicato il rapporto salute-mobilità. In tal senso questa edizione intende offrire una piattaforma ad hoc per comunicare il ruolo centrale della mobilità sostenibile, informando i cittadini sui passi che gli enti locali stanno eseguendo verso un futuro più verde e più sano. Le città potranno partecipare impegnandosi a rispettare un documento, elaborato in collaborazione con i diversi partner europei del progetto, che nel dettaglio prevede l’adozione di misure definitive, come la ridistribuzione permanente di spazio stradale a favore di pedoni, ciclisti o mezzi pubblici, o temporanee, come la chiusura di una o più zone urbane al traffico per un giorno intero, e la messa in atto dei mezzi necessari per incoraggiare i cittadini ad abbandonare l’uso dell’auto.
L’iniziativa non si limita ad essere una vetrina delle ‘best practies’ ma selezionerà le esperienze migliori per decretare un vincitore a cui andrà l’European Mobility Week Award. I finalisti del Premio per la campagna 2009 sono stati celebrati in una prestigiosa cerimonia di Bruxelles lo scorso 23 marzo 2010 assegnando il titolo alla svedese Gävle.

*I partecipanti* Tra i più entusiasti, ancora una volta, l’Austria con oltre 420 amministrazioni e la Spagna, dove hanno detto sì ben 326 enti locali. Anche l’Italia non mancherà all’appuntamento, seppure con numero di adesioni contenute: 30 enti locali, tra provincie e città, hanno accettato di prendere parte alla campagna organizzando una serie di attività o attuando almeno un nuovo provvedimento permanente che contribuisca al trasferimento modale dall’auto privata a mezzi di trasporto più eco-friendly. All’appello ha risposto, per il suo terzo anno consecutivo, anche la *Provincia di Roma* che per l’occasione presenterà uno studio del Mobility Manager per migliorare gli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti comunali del territorio e il Bando rivolto ai comuni per il finanziamento e l’acquisto di bici elettriche con relative colonnine di ricarica. L’amministrazione provinciale intende anche promuovere interventi per l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico, per migliorare la qualità della vita nei centri storici.
Per la *Provincia di Milano* l’elemento chiave sarà il Progetto _MiBici Sicura_ con cui intende garantire alla mobilità ciclabile pari dignità e garanzie della mobilità in auto. Per questo motivo ha dato vita al Registro provinciale delle biciclette che, grazie alla tecnologia a microchip, consente l’associazione tra la bicicletta e il suo proprietario. Un intervento ritenuto dall’amministrazione “fondamentale per la nascita di pacchetti assicurativi dedicati, per la copertura del furto, della responsabilità civile e della mobilità casa-lavoro”.
Unica regione ad aver aderito alla Settimana, la *Puglia* che farà sentire la sua voce con la campagna itinerante dal titolo _“La Puglia che partecipa – Idee in movimento”,_ realizzata con la collaborazione dell’Assessorato alla Mobilità e di quello alla Cittadinanza Sociale; 15 tappe in tutto il territorio per incontrare i cittadini, le associazioni, i decisori e gli amministratori pubblici e raccogliere informazioni sui mezzi di trasporto e sulle difficoltà esistenti nell’utilizzo dei mezzi pubblici nonché le proposte per migliorare questi servizi in Puglia.
Non mancano le iniziative più curiose come nel caso di “Bologna”:http://www.ermesambiente.it/wcm/ermesambiente/primo_piano/2010/settembre/02_mobilityweek_duemiladieci/pieghevole_mobility_week_3ante_06092010_web_2.pdf che, oltre a presentare i nuovi mezzi eco-compatibili della Polizia Municipale e del Comune, organizzerà una speciale asta di biciclette a cura de L’Altra Babele, in collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana; le due ruote, rigorosamente donate da privati cittadini, sono state raccolte dal servizio “3R ritira-ripara-rivendi”, risistemate e ora pronte ad essere battute in cambio di oggetti o travestimenti divertenti.