• Articolo , 7 ottobre 2010
  • EWEA, accordo per sviluppo impianti eolici off-shore nel Mare del Nord

  • Si è svolto ieri, nel corso di una conferenza organizzata da EWEA e dalla presidenza belga del Consiglio dell’Unione, un incontro tra i ministri dei Paesi che si affacciano sul Mare del Nord e di altri stati europei per dare vita a una rete integrata di energia elettrica prodotta da impianti eolici off-shore nel Mare del Nord

(Rinnovabili.it) – Un incontro per provare a rafforzare la rete di cooperazione dei governi che hanno già sperimentato con successo, o che lo faranno a breve, la strada della produzione di energia prodotta da impianti eolici off-shore nel Mare del Nord. E’ stato questo l’obiettivo del vertice organizzato ieri a Ostend dalla Presidenza belga del Consiglio dell’Unione Europea e dall’EWEA – European Wind Energy Association – che ha definito questi impianti come una vera e propria ricchezza energetica per il futuro del vecchio continente. Lo scopo dell’incontro, a cui hanno preso parte le delegazioni ministeriali dei governi di diverse nazioni europee e dei paesi affacciati sul Mare del Nord, era accelerare la creazione di una rete intergrata di energia elettrica prodotta da impianti eolici off-shore nel Mare del Nord.
A spiegare i dettagli di questa nuova intesa per la creazione di una rete energetica internazionale è stato il belga Marie-Pierre Fauconnier, Direttore Generale per l’energia, che ha sottolineato: “Questa iniziativa intergovernativa mira a creare un sistema integrato di energia elettrica prodotta da impianti eolici off-shore nel Mare del Nord, un’azione che si inserisce all’interno della _Off shore Wind Area,_ un piano che è stato identificato dalla Commissione Europea come una delle sei priorità infrastrutturali dell’Unione nel settore dell’energia. La creazione di questa rete di trasmissione offshore nel Mare del Nord è essenziale per soddisfare l’energia di cui l’Europa avrà bisogno in futuro e garantire l’approvvigionamento di energia a zero emissioni di carbonio”.
Il prossimo 2 dicembre i Paesi che si affacciano sul Mare del Nord – Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia e Regno Unito – firmeranno un Memorandum d’intesa per dare il via libera definitivo alla creazione di questa rete di trasmissione dell’energia prodotta da impianti eolici off-shore del Mare del Nord.