• Articolo , 12 giugno 2009
  • Expo 2015, Milano raccoglie la sfida “Green life”

  • Si lancia il tavolo Legambiente, Comune e Assimpredil Ance, per realizzare le prossime politiche urbanistiche del Comune all’insegna della sostenibilità

(Rinnovabili.it) – “Le città del mondo all’avanguardia non costruiscono solo alcuni edifici esemplari ad emissione zero: progettano e realizzano interi quartieri a consumo energetico zero. E dai nuovi quartieri partono per cambiare lo sviluppo urbano, l’edilizia, i trasporti e infine gli stili di vita degli abitanti. La sfida di Green Life a Milano è questa: facciamo altrettanto per il 2015.” Le parole pronunciate oggi da Andrea Poggio, vice direttore nazionale di Legambiente, durante il convegno “Green life: costruire città sostenibili non sono rimaste inascoltate. Il tema della sostenibilità ambientale ha una particolare rilevanza per il capoluogo lombardo soprattutto all’interno del percorso cittadino che porterà all’EXPO 2015 “Nutrire in pianeta, energia per la vita”. Ed è dunque pronto a raccogliere la sfida lanciata dall’Associazione ambientalista il Comune, che attraverso Carlo Masseroli, Assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, spiega: “Accettaimo l’invito di Legambiente e li invitiamo, insieme ad Assimpredil Ance a partecipare attivamente al tavolo che realizzerà le prossime politiche urbanistiche di Milano in vista dell’Expo è necessaria un’alleanza vera tra tutti i soggetti disposti a prendere impegni concreti e a rispettarli. Ci proponiamo di diventare Green Capital al 2015 per l’Expo”.
“Anche Assimpredil Ance accetta la sfida e parteciperà al tavolo a nome di tutte le imprese edili che fanno parte della nostra realtà. – ha concluso Cluadio De Albertis, presidente di Assimpredil Ance – Le istituzioni devono fare per primi la propria parte promuovendo opere pubbliche e particolari quartieri con fortissimi connotati di sostenibilità ambientale e aiutando sia le imprese che i cittadini con misure e incentivi che favoriscano la crescita consapevole della città”.