• Articolo , 3 giugno 2008
  • Fao: alimentazione e clima, vertice incandescente

  • Una quarantina di capi di stato e di governo si incontrano da oggi in una capitale super-blindata per il vertice internazionale della Fao, dedicato all’emergenza alimentare, ma in cui si parlerà inevitabilmente anche della situazione climatica

L’incontro tra i capi di governo, aperto oggi dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si prefigge di mettere a punto un piano d’azione mondiale per garantire la sicurezza alimentare e di conseguenza combattere i cambiamenti climatici e regolarizzare la produzione di biocarburante. Ban Ki-moon, segretario generale dell’ONU, ha già un piano su cui il confronto sarà molto acceso, dal momento che esistono interessi notevolmente divergenti tra i Paesi più industrializzati e quelli in via di sviluppo. Generale invece l’esigenza di porre fine all’impennata dei prezzi dei generi alimentari (83% negli ultimi trent’anni), che ultimamente ha dato il via a sommosse e contestazioni ad Haiti e in altri paesi dell’Africa e dell’Asia.
Roma si appresta quindi a vivere giornate tese, anche perchè tra i partecipanti ci saranno dei personaggi decisamente scomodi come il presidente iraniano Ahmadinejad e l’uomo forte dello Zimbawe, Robert Mugabe.