• Articolo , 15 febbraio 2011
  • FAO e UNECE mettono in mostra l’impegno per la salvaguardia delle foreste

  • Una mostra d’arte e una foresta temporanea allestita all’interno del palazzo delle nazioni di Ginevra simboleggiano, nell’Anno delle Foreste, l’interesse e l’impegno di FAO e UNECE in favore della salvaguardia del patrimonio boschivo

(Rinnovabili.it) – Per partecipare all’ “Anno internazionale delle Foreste”:http://www.rinnovabili.it/year-of-forest-il-patrimonio-boschivo-protagonista-dellanno-che-verra801595 “UNECE”:http://www.unece.org/ (United Nations Economic Commission for Europe) e FAO hanno deciso di realizzare una _foresta temporanea_ all’interno del Palazzo delle Nazioni di Ginevra. 70 alberi appartenenti a 27 specie differenti provenienti da Europa e Nord America fanno da sfondo ad una mostra dell’artista statunitense Monte Dolack, il cui lavoro è da sempre ispirato alle foreste e al patrimonio boschivo e al contributo che questi danno alla vita sociale ed economica del pianeta. Sottolineando il fantastico lavoro degli alberi, che riescono a trasformare l’anidride carbonica in nutrimento sfruttando la potenza del sole contribuendo così alla salvezza delle specie rilasciando ossigeno, la mostra e il bosco temporaneo lanceranno un messaggio di sensibilizzazione a chi, fino al 25 febbraio, assisterà all’evento.
La mostra, in cui sono esposte opere in legno, simboleggia anche i diversi valori che le popolazioni attribuiscono alla materia prima: le nazioni più avanzate usano il legno per la fabbricazione di mobili e complementi di arredo, c’è chi invece lo impiega ancora per il riscaldamento, chi lo usa per cucinare e chi ne utilizza principalmente le materie derivate come la carta. Ma è soprattutto ultimamente che sono stati scoperti i mille vantaggi del legno: materiale naturale versatile che può essere riciclato e reimpiegato, a fine ciclo di vita, per produrre energia sotto forma di biomassa e cippato.
Alla fine della mostra 21 dei 70 alberi verranno piantumati nel parco del Palazzo delle Nazioni andando ad arricchire la biodiversità del giardino e sperando che il messaggio volto alla sensibilizzazione, all’uso sostenibile delle risorse oltre che alla conservazione e alla gestione di tutti i tipi di foreste vada ad arginare le minacce che derivano dall’attività antropica e dalle conseguenze determinate dal cambiamento climatico.