• Articolo , 17 febbraio 2009
  • Federalismo climatico per 8.000 Comuni

  • Lanciata la campagna ‘Ottomila comuni per Kyoto – il pianeta è in pericolo: parte il Federalismo climatico’ che mira a stimolare la partecipazione attiva dei Comuni italiani nel raggiungimento degli obiettivi di Kyoto

Assieme al ‘Patto dei Sindaci’ firmato a Bruxelles il 10 febbraio, parte anche ‘Ottomila comuni per Kyoto – il pianeta è in pericolo: parte il Federalismo climatico’, campagna lanciata dal Primo Cittadino di Genova Marta Vincenzi in occasione dell’anniversario di Kyoto in qualità di Presidente dell’Associazione Anci Ideali. Come il Patto dei Sindaci, questa nuova campagna, supportata anche dal Presidente dell’Università Verde on-line, Alfonso Pecoraro Scanio, richiede ad 8.000 Comuni italiani di ridurre le emissioni di CO2 oltre i parametri fissati dal Consiglio Europeo entro il 2020. Fra i settori di intervento, particolare attenzione al trasporto pubblico, all’edilizia e alla produzione d’energia e alle strategie che possano permettere di ridurre drasticamente le emissioni di CO2 connesse a tali attività. A conferire maggiore importanza al patto, non è tanto il numero in se delle città aderenti, quanto, come sottolinea il Sindaco e Presidente Vincenzi, il numero di cittadini rappresentati che quindi può contribuire a fornire un’importante spinta dal basso all’intera Comunità che sia quella Europea o quella nazionale.