• Articolo , 22 giugno 2011
  • Feldheim, un’isola energetica 100% rinnovabile

  • Creando una piccola municipalizzata e contando su fondi europei la piccola comunità tedesca ha ottenuto il budget per dar vita ad un villaggio autosufficiente dal punto di vista energetico

(Rinnovabili.it) – Investendo in eolico, biogas, geotermico e adeguando la rete di trasmissione e di teleriscaldamento un piccolo comune tedesco è diventato completamente autosufficiente dal punto di vista energetico, una sorta di _isola ecologica_ alimentata esclusivamente dalle rinnovabili.
Per compiere la rivoluzione sono bastati 145 abitanti, 5 anni e circa 3.000 dollari a testa di investimento per creare una piccola municipalizzata grazie alla quale adesso gli abitanti di Feldheim ottengono quotidianamente energia prodotta da fonte rinnovabile a un tasso davvero conveniente sul mercato, con un prezzo che è stato garantito per 20 anni.
Visto che la Germania ha dichiarato di voler disattivare gradualmente le centrali nucleari attive sul territorio la popolazione sta iniziando a temere un calo della disponibilità di energia che sta spingendo i cittadini a trovare soluzioni domestiche di generazione, in modo da provvedere individualmente al proprio fabbisogno
Ma una turbina eolica produce in realtà 4 milioni di kilowattora l’anno, in grado di soddisfare il fabbisogno di 1.000 famiglie, quindi largamente sufficiente a coprire i bisogni del villaggio. La gente ha bisogno ora di essere convinta su come le turbine eoliche, 43 in questo caso, siano davvero una manna dal cielo; l’accettazione da parte della società è stata infatti un elemento fondamentale per portare a termine questo progetto, ha comunicato il responsabile del progetto Werner Frohwitter, portavoce della Energiequelle che gestisce il parco eolico. Una volta sul posto, però, il progetto ha funzionato e ha permesso anche all’energia prodotta in eccesso per essere venduta alla rete locale.
Feldheim e la Energiequelle GmbH hanno quindi dato vita ad un progetto che è diventato un modello europeo sulle energie rinnovabili mentre attualmente gli esperti sono alla ricerca di un metodo per immagazzinare il surplus di energia eolica.
Allo stato attuale delle cose il sindaco di Treuenbrietzen, di cui Feldheim è un piccolo quartiere, ha voluto esprimere tutto il proprio orgoglio “Questo è il centro energetico della Germania. Non ci troviamo certo a Berlino, ma per quanto riguarda il futuro siamo un passo avanti ai berlinesi”.