• Articolo , 28 gennaio 2009
  • Ferento ed energia sostenibile, convenzioni con Unitus

  • Riceviamo e pubblichiamo: Nell’ambito della Delega ricevuta dal sindaco Marini relativamente alle Politiche Comunitarie ho ritenuto di iniziare a sviluppare iniziative che vertono sia su temi di importanza culturale e del mantenimento del patrimonio storico culturale della città sia su tematiche ambientali, iniziative che andranno concretizzandosi con la presentazione di progetti con richiesta di finanziamento […]

Riceviamo e pubblichiamo:
Nell’ambito della Delega ricevuta dal sindaco Marini relativamente alle Politiche Comunitarie ho ritenuto di iniziare a sviluppare iniziative che vertono sia su temi di importanza culturale e del mantenimento del patrimonio storico culturale della città sia su tematiche ambientali, iniziative che andranno concretizzandosi con la presentazione di progetti con richiesta di finanziamento da parte della Comunità Europea.
Sono pertanto all’approvazione della giunta Comunale due Convenzioni Quadro con l’Università degli Studi della Tuscia relative alla presentazione di progetti e ricerca fondi relativamente alle fonti di energia sostenibile e alla conservazione e all’agibilità dell’area archeologica di Ferento, accordi che verranno presentati nell’ambito di due specifici convegni programmati per il 5 ed il 10 febbraio, organizzati dall’Ateneo cittadino.
Rimane in tema ambientale l’ordine del giorno che mi vede come primo firmatario ma che spero possa avere il massimo sostegno dal Consiglio Comunale, relativamente all’adesione del Comune di Viterbo al Patto dei Sindaci, passaggio essenziale se si intende accedere a finanziamenti europei per questo tipo di politiche.
Il consumo di energia è in costante aumento nelle città e ad oggi, a livello europeo, tale consumo è responsabile di oltre il 50% delle emissioni di gas serra causate, direttamente o indirettamente, dall’uso dell’energia da parte dell’uomo.
Una nuova azione risulta quindi necessaria al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi che l’Unione Europea si è posta al 2020 in termini di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, di maggiore efficienza energetica e di maggiore utilizzo di fonti energetiche rinnovabili.
A questo proposito, il 29 Gennaio 2008, nell’ambito della seconda edizione della Settimana europea dell’energia sostenibile, la Commissione Europea ha lanciato il Patto dei Sindaci un’iniziativa per coinvolgere attivamente le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica ed ambientale.
Questa iniziativa, su base volontaria, impegna le città europee a predisporre un Piano di Azione vincolante con l’obiettivo di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra attraverso politiche e misure locali che aumentino il ricorso alle fonti di energia rinnovabile, che migliorino l’efficienza energetica e attuino programmi ad hoc sul risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia.
Il Ministero dell’Ambiente coordinerà le azioni al fine di coinvolgere un numero sempre maggiore di città che si vorranno impegnare in obiettivi ambiziosi da realizzare entro il 2020
Il consigliere comunale Enrico Maria Contardo
capogruppo Pdl – Delegato per le Politiche Comunitarie