• Articolo , 2 marzo 2010
  • Ferrari Hy-Kers, in poche parole…ibrida!

  • Anche la Ferrari scende a compromessi con l’ambiente e mette in cantiere la sua ibrida: con un motore elettrico e uno termico riesce a ridurre i consumi e le emissioni senza danneggiare la sua fama di sportiva

(Rinnovabili.it) – Due motori, uno elettrico da 80 kW e uno full-hybrid alimentato grazie alla presenza di due batterie agli ioni di litio da 3 kW/h, che, vista la forma piatta e il peso di 60 kg, possono essere posizionate sul fondo della vettura, proprio sotto i sedili. Ecco l’allestimento della nuova Ferrari HY-KERS, automobile ‘laboratorio’ presentata in anteprima al Salone di Ginevra, che inizierà ufficialmente giovedì prossimo.
In pratica il motore elettrico è sfruttato per fornire un contributo di potenza e per riavviare il motore dopo le soste (start&stop), ma la vera novità sta nella capacità di recuperare l’energia che si sviluppa in frenata permettendo di viaggiare per 5/6 km a emissioni zero: in fase di frenata il motore elettrico si trasforma in generatore e ricarica le batterie sfruttando la potenza in eccesso.
Anche la casa della sportiva più conosciuta al mondo si allinea alle necessità di ridurre i consumi adeguandosi alle politiche di mobilità sostenibile e di contenimento dei consumi facendo attenzione soprattutto al risparmio durante il ciclo urbano: si parla infatti di una diminuzione degli inquinanti del 6% nel ciclo combinato e del 10% in città ma gli scettici e i curiosi dovranno aspettare visto che prima di vederla in strada ci vorranno ancora dai 3 ai 5 anni.