• Articolo , 21 novembre 2007
  • Ferrari, la testa rossa diventa «verde»

  • Anche per i bolidi di Maranello è tempo di rivoluzioni in tema di rispetto ambientale. La nuova sfida entro il 2012

La casa del Cavallino Rampante entro il 2012 intende apportare un taglio del 40% sul consumo di carburante delle sue vetture, per ottenere, in parallelo, una riduzione di CO2 da 400 a 80-300 grammi per chilometro. Una forte spinta quindi, in direzione del rispetto dell’ambiente, come lo stesso direttore generale, Amedeo Felisa, presente a Francoforte per partecipare a un seminario della Reuters, ha sottolineato: «La sfida che ci attende è quella di diminuire il consumo senza penalizzare le prestazioni. Si lavora su diversi fronti: dal modo di migliorare la performance del motore all’uso di materiali più leggeri». (Fonte il Giornale)