• Articolo , 5 marzo 2008
  • Ferrovie, come ridurre il consumo energetico e l’impatto ambientale

  • L’italiana FAR Systems firma un accordo con l’inglese First Group per la realizzazione di un sistema di gestione integrato, atto a migliorare la gestione dei consumi ed all’ottimizzazione dei sistemi di viaggio

Che il treno fosse un valido strumento di supporto alla mobilità sostenibile, è risaputo, ma che si potesse migliorare ulteriormente il suo impatto ambientale è una piacevole novità. In questa direzione va l’accordo firmato oggi da Far System, società di tecnologie ferroviarie che fa parte del Gruppo Industriale Tosoni, con First Group, uno dei maggiori gruppi per la gestione del trasporto su rotaia. L’intesa prevede “la realizzazione di un sistema integrato per il controllo e la riduzione del consumo energetico in ambito ferroviario”, traducibile in un grande risparmio energetico e nella tutela delle risorse ambientali. Tramite il contratto, Far fornirà alla flotta “Emu” di First il sistema Terms (Train Energy Management System), al fine di monitorare la distribuzione dei consumi, individuando le aree di intervento e sperimentando tecniche d’ottimizzazione. Già sperimentato da Trenitalia, Terms assicurerebbe profili di guida ecologici in grado di abbattere in maniera significativa le emissioni di CO2.