• Articolo , 29 marzo 2007
  • Fidel Castro: Bush condannerà a morte oltre tre miliardi di persone

  • Il Lider Maximo accusa gli Stati Uniti di voler incentivare lo sviluppo di combustibili a partire dai cereali, a scapito della morte di miliardi persone. Intanto il presidente sta frequentando un master sul cambiamento climatico

Condanna a una morte prematura per fame e sete per oltre tre miliardi di persone nel mondo. È questo il titolo dell’editoriale pubblicato dal presidente cubano Fidel Castro sull’edizione odierna di “Granma”, l’organo di stampa ufficiale del partito comunista cubano (Pcc). Dopo otto mesi di convalescenza, il Lider Maximo è tornato a scrivere, sferrando un duro attacco alla politica di Bush per la sua ‘sinistra idea’ di usare e produrre biocarburanti derivati dai cereali. La nuova tendenza ambientalista di Castro era stata già rivelata all’inizio di febbraio. Il presidente venezuelano Hugo Chavez, parlando del master sul cambiamento climatico frequentato dal leader cubano, aveva dichiarato che la sua competenza nel settore aveva raggiunto e superato quella di molti scienziati. Qualche mese prima, invece, Cuba era stata definita dal Wwf l’unico paese al mondo ad aver realizzato uno sviluppo ecologicamente sostenibile, per la combinazione tra alto sviluppo umano e sostenibilità ambientale.
Incerto ancora il ritorno del presidente al comando del Paese. (fonti Il Corriere della Sera.it, Ansa, Adnkronos)