• Articolo , 4 giugno 2008
  • Fiera Milano City ospita POWER-GEN Europe 2008

  • È partito ieri il forum europeo dedicato al mondo della produzione e distribuzione dell’energia in Europa. E si è parlato anche di cambiamenti climatici e fonti alternative

Si è aperta con l’intervento di Nigel Blackaby, Conference Director di POWER-GEN Europe, la grande conferenza dedicata al mondo dell’energia; molte le dichiarazioni degli esponenti delle maggiori compagnie energetiche europee. Tra questi Roberto Potì, Executive Vice President of Corporate Business Developement di Edison che ha dichiarato: “Il 2008 sarà l’anno chiave per il nucleare in Italia. Ci auguriamo quindi che le istituzioni prendano una decisione forte e condivisa in merito a questa forma di energia, avviando finalmente quel processo di rinascita che molti operatori si auspicano”. Giuseppe Zampini, CEO di Ansaldo Energia, sottolinea che “cercare di coniugare un migliore sfruttamento delle energie rinnovabili e alternative, con quelli che sono gli obiettivi dell’azienda rappresenta la principale sfida che dovrà essere affrontata da tutti i principali operatori del settore.” E sempre a proposito di rinnovabili, Francesco Fiore, manager dell’impresa italiana del settore Conergy, ha riportato dati riguardanti il settore fotovoltaico, partendo da una proiezione dell’European Photovoltaic Industry Association (EPIA). La proiezione, riferendosi al 2030, sostiene che il fotovoltaico coprirà il 9,4% della produzione globale di elettricità con una capacità cumulativa totale pari a 1.272 GW. “La classifica dei Paesi produttori a livello globale – ha spiegato Fiore – secondo dati aggiornati al 2006 vede in testa la Germania, con una capacità produttiva di 3.000 Megawatt, seguita dal Giappone con 1.708 MW e dagli Usa con 620.” In Italia, secondo il GSE, sono 10.343 gli impianti installati, per una potenza cumulativa pari a 108,8 MW. L’evento si concluderà domani e grazie alla risonanza che sta avendo il futuro dell’energia, l’evento ha registrato un aumento del 20% nel numero degli espositori, rispetto alla precedente edizione, e sono previsti oltre 13.000 visitatori nel corso delle tre giornate, il che conferisce alla manifestazione un ruolo di riferimento per tutti gli operatori dell’industria energetica.