• Articolo , 8 febbraio 2008
  • Fieragricola: focus sull’agricoltura del presente e del futuro

  • 108ª edizione della rassegna, con 1.230 espositori, inaugurata dal ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali Paolo De Castro. E con Bioenergy, una fiera nella fiera, dedicata al mondo delle energie da settore agricolo

L’agricoltura italiana ed europea si sta interrogando sul proprio futuro a Fieragricola, la manifestazione in programma da ieri fino a domenica 10 febbraio a Veronafiere, con 100 tra convegni e workshop, 44 delegazioni di buyer da tutto il mondo e ben 20mila metri quadrati di aree per eventi dinamici e per prove “sul campo”.
Previsti anche interventi il sindaco di Verona Flavio Tosi, il presidente della Provincia di Verona Elio Mosele, l’assessore regionale all’ambiente Giancarlo Conta e il presidente di Veronafiere Luigi Castelletti. I visitatori potranno ammirare le novità del mondo agricolo specificamente organizzate in varie sezioni: Agrimeccanica, Agriservice, Zoosystem. Agripiazza, il Salone delle Bioenergie, quello della multifunzionalità e quello dell’Agricoltura di precisione.

h4{color:#D3612B;}. Bioenergy World Europe: con “Veneto Agricoltura” la produzione di agroenergie vista dal vivo

Biocarburanti liquidi, cogenerazione, biogas e filiera legno-energia nelle tappe che “Veneto Agricoltura” organizza con la società francese Bees. Dalla teoria alla pratica grazie a sopralluoghi in azienda.
Verrano organizzate visite guidate a tre siti presso l’azienda Cereal Docks a Camisano Vicentino (Vicenza) e Proambiente a Cavaion (Verona). Sarà possibile vedere un impianto di biodiesel con produzione annua 100kt, tre impianti di cogenerazione con capacità elettrica installata di 5 MW (MAN), 150 kW e 30 kW a olio vegetale puro. Altre visite a due cantieri presso aziende agricole che recuperano la biomassa legnosa a fini energetici risultante dall’espianto di un frutteto giunto a fine ciclo produttivo per l’auto-consumo nell’impianto termico aziendale. Infine si potranno visitare impianti a Limena (Padova) a biogas con capacità elettrica installata da 100 kW a 1 MW sviluppati da Bluenergycontrol (110 kW), Schmack Biogas (845 kW) and UTS Italia (1 MW). Sarà possibile incontrare gli operatori e installatori.
Poi è previsto un sopralluogo in due impianti, a Bando d’Argenta (Ferrara), una centrale elettrica con capacità installata di 20 MW a biomasse solide e un impianto di biogas con capacità di 845 kW (Schmack).
Ancora visite, stavolta alla società Cooperativa Agricola Livenza (Coal) a Motta di Livenza (Treviso) che dispone, tramite i suoi soci, di residui agricoli che assieme alla biomassa solida generata dalla sua SRF (Short rotation forestry: pioppo, robinia, paulownia) vengono trasformati in energia da cedere a utenti pubblici e privati mediante contratti calore.
Inoltre sarà possibile effettuare un ulteriore sopraluogo guidato a Camisano (Vicenza) presso un impianto di biodiesel e uccessivamente a tre impianti di cogenerazione.

h4{color:#D3612B;}. Bioenergy World Europe: riscaldamento dalle energie rinnovabili

Il padiglione 3, che ospiterà gli espositori delle energie da fonti rinnovabili in agricoltura, funzionerà grazie alla combustione di biomasse legnose. Energia verde per oltre 77mila metri cubi di struttura: il modo migliore per mostrare gli «agro-watt» in azione. “Agroenergia”, società leader del settore, presenterà ufficialmente «Kiloverde», il consorzio incaricato del rilascio della certificazione dell’energia da fonti rinnovabili.
E per mostrare come possano trovarsi sbocchi applicativi delle bioenergie anche nelle abitazioni, sarà costruita una casa in miniatura di circa 45 metri quadrati, nella quale energia elettrica e riscaldamento deriveranno da caldaie a pellet.
“Abbiamo voluto essere assolutamente coerenti con quanto i nostri espositori di Bioenergy World Europe andranno ad esporre – spiega il condirettore generale di Veronafiere, Flavio Piva. – Le iscrizioni al Salone delle energie da fonti rinnovabili in agricoltura sono in forte espansione e hanno accelerato addirittura del 400% rispetto alla precedente edizione del 2006. Se come Veronafiere e Fieragricola crediamo che l’utilizzo delle bioenergie debba avere concretamente sempre maggiore spazio, questo spiega perché abbiamo deciso di dimostrare effettivamente i vantaggi e le potenzialità del comparto grazie ad un esperimento sul campo”…
“Agroenergia”, grazie alla partnership con Veronafiere-Fieragricola, allestirà un circuito in miniatura sul funzionamento del biogas, tecnologia che nell’area padana raccoglie crescenti adesioni. Accanto alla struttura dimostrativa del biogas, Agroenergia e Fieragricola, sono stati organizzati anche momenti didattico-formativi, con percorsi studiati su misura per aziende, imprenditori agricoli, tecnici e scuole.

h4{color:#D3612B;}. Bioenergie, lavoro, competitività, ambiente:
le iniziative delle organizzazioni agricole

Coldiretti, Confagricoltura e Cia approfondiscono i temi delle politiche del lavoro e della previdenza, la competitività delle imprese, l’internazionalizzazione, i servizi assicurativi, senza dimenticare le energie da fonti rinnovabili, le esigenze climatiche, la salvaguardia ambientale. Venerdì 8 febbraio Confagricoltura e Nomisma presentano i primi risultati dell’XI° «Rapporto Agricoltura». Bioenergie, risparmio petrolifero, politiche del lavoro e della previdenza, competitività delle imprese, internazionalizzazione, servizi assicurativi, attenzione al clima.
Argomenti cruciali per il futuro, non solo per le aziende agricole, sempre più alle prese (in Italia) con l’aumento dei costi di produzione, della burocrazia, dei trasporti e, in prospettiva, con un «controllo sullo stato di salute della Pac» che ridurrà progressivamente i contributi comunitari all’agricoltura, che oggi ammontano al 47% del bilancio comunitario.

*_Le iniziative di Coldiretti_*

Il quartier generale dell’associazione presieduta da Sergio Marini offre, insieme all’associazione Fattorie del Sole, un’attività di informazione e consulenza, dei focus tematici sulle bioenergie e delle visite guidate presso alcuni impianti a fonte rinnovabile. L’obiettivo è quello di rispondere concretamente alla Commissione europea che ha chiesto all’Italia l’aumento del 17% dei consumi energetici da fonti rinnovabili e un taglio del 13% delle emissioni di Co2 entro il 2020.
Questo il calendario degli eventi di Coldiretti al proprio stand:
– giovedì 7 (ore 14) si è già tenuto un focus con le aziende interessate alle novità della Finanziaria 2008 in ambito agroenergetico e dell’efficienza energetica. Introduce il presidente di Fattorie del Sole, Giorgio Piazza, con la collaborazione del Ceta (Centro di ecologia teorica e applicata e di AzzeroCO2).
– venerdì 8 (ore 10) altro focus tenuto con le aziende interessate al tema del biogas, a cura dell’associazione Fattorie del Sole, con la collaborazione del Ceta e del Crpa (Centro ricerche produzioni animali) e la partecipazione della ditta RotaGuido srl e BluEnergyControl S.r.l.
– venerdì 8 (ore 14) sarà organizzato un focus con le aziende interessate al tema della filiera dell’olio vegetale per impianti cogenerativi di piccola potenza.
– sabato 9 (ore 9) sarà trattato il focus dal tema «Il biogas e le aziende agricole, una opportunità per le filiere corte», a cura di Fattorie del Sole, Ceta e Biogas Energia. Ci sarà anche al possibilità di visitare due impianti di biogas in provincia di Cremona: la Società Agricola Lanfredi nel Comune di Acquanegra Cremonese, un impianto di biogas (350kWe) alimentato da effluenti zootecnici bovini e in minima parte da silomais;
nell’Azienda Agricola Spoldi e Bodoni a Trigolo, verrà invece visitato un impianto di biogas di piccola potenza (55kWe) alimentato da effluenti zootecnici suini.
Un’altra visita è invece organizzata dalla Coldiretti di Verona per sabato 9 all’impianto sperimentale di depurazione dei reflui zootecnici e all’impianto di biogas con sistemi sperimentali di trattamento del digestato, presso l’azienda agricola Maino (Vicenza).

*_Gli incontri di Confagricoltura_*

Confagricoltura presenta l’accordo del sindacato con Fata Assicurazioni, Gruppo Generali, finalizzato a offrire prodotti e servizi assicurativi agli agricoltori, con la creazione di strutture coordinate dalla società «Verde Sicuro».
– giovedì 15 febbraio, nel Centro congressi il convegno “L’occupazione nell’impresa agricola. Lavori in corso”, con la partecipazione del presidente della Confagricoltura, Federico Vecchioni, e dei rappresentanti dei sindacati dei lavoratori. Chiuderà i lavori il ministro del Lavoro, Cesare Damiano.
– venerdì 8 febbraio Confagricoltura e Nomisma presenteranno i primi risultati dell’XI° «Rapporto Agricoltura», dedicato alla competitività come fattore di sviluppo per il futuro del settore.
– venerdì 14,30, il workshop sull’internazionalizzazione dedicato a «Serbia e Romania: opportunità di mercato e di investimenti diretti in un’Europa che cambia»,

*_La conferenza stampa della Confederazione italiana agricoltori_*

Il presidente della Cia, Giuseppe Politi, ha presentato venerdì 8 (ore 12), in una conferenza stampa, cinque progetti per rendere più concreto il contributo dell’agricoltura all’efficienza energetica e alla mitigazione dei cambiamenti climatici. Nell’occasione è stato firmato anche il Protocollo d’intesa tra Enel e Cia sul risparmio energetico. Si tratta di un accordo per la collaborazione nel campo delle fonti rinnovabili, l’efficienza energetica e la fornitura di energia elettrica e gas. L’intesa, siglata dal presidente della Cia Giuseppe Politi e dall’Executive Vice President di Enel.si, Paolo Riccardo Felicioli, prevede un impegno degli agricoltori per la riduzione di Co2, gas attraverso la produzione di energia da fonti rinnovabili, e il risparmio energetico da parte delle imprese agricole. Tra gli elementi essenziali dell’accordo, fotovoltaico, energia e gas a migliori condizioni per gli associati Cia; realizzazione di progetti di efficienza energetica e campagne Cia-Enel per divulgare la cultura del risparmio energetico. “Il Protocollo d’intesa – ha dichiarato il presidente Politi – rappresenta una delle forme di corretta applicazione e di organico sviluppo del Nuovo Patto con la Società, che la Cia ha sancito alla sua ultima Assemblea congressuale”. Così l’Enel.si conferma il suo impegno nell’ambito delle soluzioni integrate per il risparmio e l’efficienza energetica con energie rinnovabili e nel rispetto dell’ambiente.