• Articolo , 6 settembre 2010
  • Filadelfia, un progetto renderà la metro più sostenibile

  • Recuperando l’energia cinetica che si sviluppa in frenata i convogli di Filadelfia riusciranno ad alimentare la smart grid nazionale rendendo più sicuro l’approvvigionamento della città

(Rinnovabili.it) – Una delle più antiche linee ferroviarie degli Stati Uniti sta per sperimentare, grazie ad un nuovo progetto pilota, un innovativo sistema tecnologico in grado di recuperare e riutilizzare l’energia che i convogli generano in frenata, provvedendo ad immetterla in tempo reale nella rete elettrica nazionale.
La “Viridity Energy”:http://viridityenergy.com/news/press/ insieme alla Southeastern Pennsylvania Transportation Authority (“SEPTA”:http://www.septa.org/) ha annunciato lo stanziamento di 900mila dollari grazie al sostegno dello stato della Pennsylvania, somma che permetterà di attivare a breve il progetto in questione.
Pur non avendo diffuso alcun tipo di dettaglio sul funzionamento del nuovo meccanismo per il recupero dell’energia cinetica, la Viridity ha comunicato che il taglio delle emissioni, grazie alla nuova tecnologia, dovrebbe permettere il risparmio di almeno 1200 tonnellate di anidride carbonica l’anno, contribuendo a garantire l’energia elettrica necessaria nei momenti di picco della domanda da parte della rete.
Qualora il progetto, il cui inizio è previsto per la primavera prossima, dovesse andare a buon fine, se ne prevede l’estensione da una a 38 fermate della metropolitana coniugando la tecnologia al rispetto delle risorse e della qualità della vita.