• Articolo , 27 giugno 2008
  • Finale Europei 2008: “Kick Oil”, partita la buio contro il caro greggio

  • Il 29 giugno uno “sciopero” europeo contro il caro-greggio, promossa da Adoc e Codacons, proprio durante la finale calcistica “Euro 2008”: a parte la tv tutte le altre luci saranno spente

Protesta organizzata dalle associazioni dei consumatori Adoc e Codacons che vedrà, il 29 giugno in occasione della partita del Finale degli europei di calcio, tutte le luci spente e solo la tv accesa. La protesta è contro il rialzo del prezzo del petrolio.
“Kick Oil, così si chiama l’iniziativa, è a livello europeo:
“Con questa protesta simbolica – spiega una nota delle associazioni – i cittadini intendono chiedere a gran voce tre provvedimenti: la riduzione delle accise sui carburanti del 15% in tutti i Paesi dell’UE; l’adozione di nuove politiche energetiche; il pagamento in euro del petrolio. Domenica prossima, quindi, dalle ore 20 e 45, ora d’inizio della finale degli Europei di calcio, i cittadini saranno invitati a spegnere tutte le luci e le altre fonti d’energia, lasciando accesi solo i televisori”.
Secondo i presidenti di Adoc e Codacons: “I consumatori sono la categoria più danneggiata dai rincari dei listini dei carburanti che risentono quotidianamente degli effetti delle quotazioni del petrolio: dal pieno di benzina alla bolletta della luce, dal costo degli alimentari alle tariffe degli aerei. Solo in Italia genera un danno complessivo di oltre 1400 euro annui per famiglia, suddivisi tra luce (150 euro), gas (200 euro), alimentari (500 euro) e carburanti (620 euro). Un peso insostenibile per il 30% delle famiglie”.