• Articolo , 15 maggio 2009
  • Firenze: il primo Centro per l’Energia Sostenibile

  • Nasce a Firenze il primo Centro per l’Energia Sostenibile creato dalla partnership tra il Consorzio Soluzioni per il Risparmio Energetico, Cremonesi Consulenze srl, e Adiconsum. La sede verrà inaugurata domani sabato 16 maggio in via Antonio del Pollaiolo, 130, e costituirà il punto di riferimento per la promozione e la diffusione di una “nuova cultura […]

Nasce a Firenze il primo Centro per l’Energia Sostenibile creato dalla partnership tra il Consorzio Soluzioni per il Risparmio Energetico, Cremonesi Consulenze srl, e Adiconsum. La sede verrà inaugurata domani sabato 16 maggio in via Antonio del Pollaiolo, 130, e costituirà il punto di riferimento per la promozione e la diffusione di una “nuova cultura energetica”.
Sarà infatti un Centro di consulenza, informazione e formazione sui temi dell’efficienza energetica e dello sviluppo sostenibile, aperto a tutti e destinato al dialogo con i cittadini che vi troveranno riunite le competenze tecniche ed esecutive dei soggetti che ne fanno parte e che da trent’anni operano con successo sul mercato: il Consorzio Soluzioni per il Risparmio Energetico, che è una E.S.Co (Energy Service Company), ossia società fornitrice di servizi energetici altamente qualificata, fondato da Cantini e Quercioli, Tecno I.D.E.A., Pescini (aziende del Gruppo Domotecnica) e presieduto da Ugo Cantini; Cremonesi Consulenze, società presieduta dal Dr. Renato Cremonesi, che opera a livello nazionale – istituzionale e privato – nella consulenza e progettazione energetica estesa anche alle normative riguardanti le detrazioni fiscali sugli interventi di riqualificazione; Adiconsum, Associazione Difesa Consumatori e Ambiente da anni fortemente impegnata nella tutela e Consumatori per quanto le problematiche ambientali ed energetiche. “Oggi – dichiara Renato Cremonesi – il cittadino viene bombardato da numerosi messaggi, spesso contraddittori, sull’ l’energia rinnovabile, sull’energia solare, su quella eolica, su quella idroelettrica, su quella nucleare, o su quella ricavata dalla combustione del carbone pulito….E si domanda se sia meglio consumare per non mettere in crisi l’economia, oppure se debbano essere ridotti il più possibile i suoi consumi per non provocare devastanti cambiamenti del clima terrestre. E inoltre si chiede perché il prezzo del petrolio diminuisce, mentre quello dell’energia aumenta. E’ evidente – prosegue Cremonesi – che tutto questo è il risultato di un modello di sviluppo ormai in crisi, che per essere mantenuto ha bisogno di risorse energetiche in grande quantità, più di quanto il nostro pianeta sia in grado di produrre annualmente. Abbiamo invece bisogno di un nuovo modello di sviluppo sostenibile in cui è fondamentale l’uso responsabile delle risorse energetiche e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Oggi abbiamo le necessarie competenze e tecnologie per promuovere un nuovo equilibrio energetico, più sostenibile ed equo. Mancano però un’efficace e capillare comunicazione rivolta e comprensibile a tutti i cittadini”.
Gli esperti del Centro forniranno gratuitamente una prima assistenza su tutto ciò che riguarda la riqualificazione energetica, sull’uso delle tecnologie più innovative ed ecosostenibili in questo campo e sulla loro applicazione nei casi specifici e secondo le singole, personali esigenze. Ma il Centro sarà anche un luogo di incontro e un punto di riferimento per promuovere ed ospitare iniziative di carattere culturale.