• Articolo , 22 aprile 2010
  • Fondi Fesr, approvate le graduatorie dei progetti per la mobilità

  • Approvate le graduatorie dei progetti ammissibili ai finanziamenti attraverso i fondi Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) nell’ambito della mobilità sostenibile. Ad annunciarlo è l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo. “Il nostro lavoro prosegue – dichiara Cattaneo – anzi non si è mai interrotto. Nei giorni scorsi la Direzione generale ha […]

Approvate le graduatorie dei progetti ammissibili ai finanziamenti attraverso i fondi Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) nell’ambito della mobilità sostenibile. Ad annunciarlo è l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo.
“Il nostro lavoro prosegue – dichiara Cattaneo – anzi non si è mai interrotto. Nei giorni scorsi la Direzione generale ha portato a termine la procedura per l’approvazione della graduatoria e l’assegnazione dei finanziamenti. Si tratta di interventi importanti per migliorare la mobilità nella nostra regione e che hanno grossa valenza per i territori interessati”.
Nelle graduatorie sono elencati i 55 progetti (presentati da Enti locali, Ferrovie Nord e Rfi) che riceveranno da Regione Lombardia contributi per 114,6 milioni di euro, a fronte di investimenti di 304,6 milioni di euro.
Le quattro linee di intervento dei progetti riguardano:
– Accessibilità e integrazione urbana delle stazioni per lo sviluppo del trasporto ferroviario e dell’intermodalità passeggeri (38,759 milioni di euro);
– Interventi integrati per la riduzione degli impatti ambientali derivanti dalla mobilità urbana ed interurbana (5,624 milioni di euro);
– Interventi infrastrutturali per lo sviluppo dell’intermodalità merci (35,257 milioni di euro);
– Potenziamento delle reti stradali secondarie, mediante il miglioramento del collegamento con le reti di trasporto primarie (35 milioni di euro).

Con le risorse stanziate saranno finanziati progetti di grande utilità per la mobilità di persone e merci, come la realizzazione di nuove fermate o stazioni del servizio ferroviario regionale o la loro riqualificazione. Sarà anche possibile creare e potenziare aree di interscambio (parcheggi, aree di sosta), migliorare i servizi di informazione per le persone in movimento, realizzare nuovi interventi stradali.