• Articolo , 11 gennaio 2011
  • Fonti rinnovabili: la giunta approva il programma di interventi

  • La giunta provinciale ha approvato nella seduta di questa mattina, 11 gennaio, il programma di interventi per la promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico, progetto coordinato dall’assessore Sebastiano Sciortino e redatto da un gruppo di lavoro interassessorile composto da dirigenti e tecnici provinciali, in ottemperanza a una direttiva europea e a leggi nazionali […]

La giunta provinciale ha approvato nella seduta di questa mattina, 11 gennaio, il programma di interventi per la promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico, progetto coordinato dall’assessore Sebastiano Sciortino e redatto da un gruppo di lavoro interassessorile composto da dirigenti e tecnici provinciali, in ottemperanza a una direttiva europea e a leggi nazionali e regionali. Comprende una serie di iniziative, alcune già realizzate, altre da realizzare, finalizzate al risparmio energetico e alla promozione delle energie rinnovabili.
Prontamente predisposta già nel 2005, per esempio, è l’analisi energetica del territorio provinciale, base sulla quale definire poi gli interventi. Il 2005, infatti, è l’anno che l’Ue ha preso come riferimento per attuare politiche di riduzione delle emissioni nocive in atmosfera: entro il 2020 gli stati europei devono ridurre del 13% i valori delle emissioni rilevati nel 2005. L’analisi energetica rivela che nel nostro territorio vi è un’elevata incidenza del settore civile (abitazioni e uffici) sul consumo finale di energia: 47%, contro il 24% dell’industria e il 28% dei servizi (trasporti e illuminazione stradale). L’agricoltura consuma un modesto 1%. Collegato all’analisi energetica è l’inventario provinciale delle emissioni di gas serra: le emissioni totali di anidride carbonica (CO2) calcolate per il territorio provinciale, sempre nel 2005, sono state pari a 5.863.000 tonnellate, pari a 6,6 tonnellate all’anno pro capite, un valore inferiore alla media italiana (7,6 tonnellate) e dell’Eu27 (7,5 tonnellate).
Il programma di interventi sul risparmio energetico e sulle finti rinnovabili viene attuato dalla Provincia tramite il programma quadro ‘Provincia Energia’, che comprende alcune azioni concrete.
Uno dei progetti più importanti è realizzazione di tetti fotovoltaici in 12 scuole del territorio. Il bando, su base d’asta di 1,8 milioni di euro, scade proprio oggi, 11 gennaio, ed entro la fine del mese verrà fatta l’aggiudicazione provvisoria. Le scuole sono: Gastaldi, Trucco, Gobetti, Gobetti succursale, Firpo-Buonarroti, Majorana-Da Vinci e Marco Polo, a Genova, Primo Levi a Borgo Fornari, Da Vigo a Recco, De Ambrosis-Natta a Rapallo, Marconi e Istituto d’Arte a Chiavari.
Altro progetto importante, che ha avuto grande successo, è l’apertura dello sportello provinciale informativo su energie rinnovabili e risparmio energetico, che fornisce gratuitamente ai cittadini informazioni sugli interventi più adeguati finalizzati al risparmio energetico (sostituzione caldaie, serramenti, coibentazione e isolamento termico) e sugli incentivi fiscali a cui ha diritto chi esegue tali lavori. Lo sportello, attivo dal maggio 2009 ad Arenzano presso il Muvita e a Genova presso il Genoa Port Center, ha avuto in un anno e mezzo ben 85.000 contatti sul sito www.sportelloenergierinnovabili.it con 150.000 pagine visitate, 50.000 documenti online scaricati, e ha fornito 297 consulenze dirette (178 a privati, 97 ad aziende e liberi professionisti, 17 ad enti pubblici e 5 ad associazioni)
“Stiamo valutando – annuncia l’assessore Sciortino – di estendere il servizio attraverso la collaborazione dei Comuni e l’uso di internet”.