• Articolo , 14 aprile 2010
  • Forum Ue sulle eco-innovazioni: riflettori puntati sulle PMI

  • Esperienze, progetti, normative. Ruoteranno intorno a questi tre cardini gli eventi interni al prossimo forum dedicato alle piccole e medie imprese coinvolte in iniziative sostenibili

(Rinnovabili.it) – Sarà Bilbao ad ospitare l’ “8° Forum europeo sulle Eco-innovazioni”:http://ec.europa.eu/environment/ecoinnovation2010/1st_forum/pdf/agenda_draft.pdf. La città spagnola, scelta come sede dell’evento dalla Commissione europea, avrà il piacere di ospitare la due giorni di incontri chiave sia per il Ministero dell’Ambiente ispanico e per la Commissione stessa, in un momento in cui il mondo sta dando notevole risalto alle problematiche ambientali dimostrando una sensibilità particolare nei confronti delle soluzioni per la salvaguardia della salute e degli ecosistemi mediante la riduzione delle emissioni dannose e l’adozione di pratiche maggiormente sostenibili. Le eco-innovazioni, appunto, saranno le protagoniste dell’evento, presentate al pubblico, alle istituzioni e ai media con l’intento di propagandarne la diffusione e l’importanza a livello globale andando a stimolare il mercato, sia pubblico che privato, cercando a creare anche nuove forme di collaborazione che potranno aumentare il numeri di posti di lavoro.
Saranno quindi presentate, all’interno dell’evento, storie di successi raggiunti, esperienze di eco-design da parte di un centinaio di aziende ma soprattutto le due giornate del 20 e 21 aprile ospiteranno incontri che mirano al coinvolgimento di attori privati in finanziamenti a sostegno delle eco-innovazioni indirizzando il pubblico verso i regolamenti più idonei alle loro esigenze, le politiche ambientali più adatte ai loro scopi nonché le più efficaci.

Sfruttare la crisi per la crescita e lo sviluppo delle economie. E’ questo il messaggio lasciato dal Commissario europeo per l’Ambiente Janez Potočnik, speranzoso che un periodo difficile e uno scopo condiviso possano avvicinare i governi creando collaborazioni rispettose dell’ambiente, ma che avvantaggino anche il sistema sociale ed economico. Questo pensiero risulta essere la chiave della nuova strategia europea al 2020, che fa delle eco-innovazioni un importante alleato nella ricerca della sostenibilità e della competitività puntando al ruolo che le piccole e imprese, a cui la manifestazione è dedicata, potranno svolgere in futuro, visto il crescente impegno dimostrato nel settore verde. Visto il successo e l’impegno delle PMI, quindi, la volontà sarebbe quella di esportare l’esperienza a larga scala incoraggiando modelli di business più ampi che vadano a rendere ancora più efficienti anche i processi e i servizi, oltre che i prodotti.
Piccole e medie imprese, supportate dal 2004 dalla creazione dell’ETAP, il Piano d’azione per le tecnologie ambientali della CE, ha fornito al comparto strumenti finanziari a supporto dello sviluppo dei progetti green andando a stimolare la domanda attraverso bandi e appalti pubblici. Attualmente la Commissione sta organizzando un piano di finanziamenti che possa andare a vantaggio di tutti i settori, anche per questo gli organizzatori del Forum stanno invitando alla partecipazione, alla redazione e alla presentazione di progetti che siano in grado di stimolare le imprese e i governi ad investire in idee a basso carbonio e basso impatto ambientale.