• Articolo , 18 marzo 2009
  • Fotovoltaico anche alle medie

  • A Casier in arrivo nuovi pannelli fotovoltatici. Si risparmieranno oltre 5 mila euro all’anno di elettricità

Con il provvedimento assunto la scorsa settimana dalla giunta comunale, ora quasi tutte le scuole del comune di Casier (tranne l’elementare di Dosson) consumeranno energia elettrica prodotta dal sole attraverso i pannelli fotovoltaici. Lo scorso 24 febbraio è entrato in funzione l’impianto da 19.5 kW installato sopra la copertura piana della palestra comunale a servizio della scuola elementare e materna di via Basse a Casier, che sviluppa una potenza disponibile in prelievo di 30 kW.
Ora l’amministrazione Marzullo, aderendo all’iniziativa “1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole” proposta del Cev, Consorzio energia veneto, di cui il Comune di Casier è socio, potrà installare, a costo zero, un impianto fotovoltatico anche sul tetto della scuola media “A. Vivaldi” di Dosson delle stesse caratteristiche dell’impianto dell’impianto di Casier che consentirà al Comune, come accade a Casier, di non avere più spese di energia elettrica, ma nel contempo di abbattere l’anidride carbonica emessa in atmosfera.
L’energia elettrica pulita prodotta dall’impianto fotovoltaico consentirà, infatti, di evitare emissioni di CO2 pari a 12,19 ton l’anno e di polveri sottili pari a 0,51 kg l’anno. L’accordo con il Cev, che si farà carico anche della manutenzione dell’impianto, prevede la produzione di energia elettrica per almeno 25 – 30 anni dal completamento dell’opera. Il Consorzio, a copertura dei costi sostenuti, godrà per 20 anni del credito ottenuto per effetto della tariffa incentivante, mentre il Comune risparmierà una cifra annua di circa 5 mila euro.