• Articolo , 8 febbraio 2008
  • Fotovoltaico: Assosolare soddisfatta dalla proposta di Epia

  • Riunione a Bruxelles del Gruppo di lavoro “Policy” dell’Associazione nazionale dell’industria fotovoltaica per discutere della Normativa Europea dell’attuale sistema di finanziamento al settore fotovoltaico

L’European Photovoltaic Industry Association (EPIA) ha riunito ieri a Bruxelles il gruppo di lavoro “Policy” allo scopo di analizzare la nuova proposta Ue in materia di revisione del sistema di incentivazione al fotovoltaico. Al centro della giornata, a cui ha preso parte il Responsabile Rapporti Internazionali di Assosolare, Angelo Bogara, la stesura di un documento ufficiale per evidenziare gli aspetti positivi della proposta di normativa e presentare alcune modifiche, nonché richiedere alcuni chiarimenti. “Tra i primi aspetti positivi – ha spiegato Angelo Nogara, l’arresto della proposta di armonizzazione dei sistemi incentivanti e dei certificati verdi. I Guarranty of Origin (GoO) potranno inoltre essere trasferiti solo a livello di Stati membri, a condizione che lo Stato venditore abbia raggiunto i propri target. Ogni Stato potrà continuare a usare i propri sistemi incentivanti e, in Italia, il conto energia non subirà modifiche”. “Un’ulteriore spinta al fotovoltaico e all’uso di energia rinnovabile – ha continuato Nogara – è data dall’obbligo di connettere prioritariamente l’energia rinnovabile alla rete e di usarla per le nuove costruzioni. Anche a livello europeo, come già in Italia con la nuova Finanziaria, viene introdotto il concetto di semplificazione burocratica chiedendo ai Paesi membri di adottare leggi più semplici e trasparenti e, nel contempo, migliorare l’informazione e la formazione a favore del mercato dell’energia rinnovabile”. Ovviamente, conclude il responsabile, ci sono ancora diversi aspetti da chiarire, primo fra i quali il sistema di trasferimento dei GoO. Assosolare contribuirà attivamente, insieme all’EPIA e al Network of National PV Associations (NNPVA), alla promozione della politica energetica a livello europeo per il raggiungimento dell’obiettivo Ue 2020.