• Articolo , 8 gennaio 2010
  • Fotovoltaico: crescono gli investimenti nel solare nordafricano

  • Grazie alla collaborazione tra due aziende esperte nel campo delle rinnovabili crescerà la percentuale di energia pulita prodotta in Medio Oriente e Nord Africa

(Rinnovabili.it) – Il crescente interesse per il mercato solare di Medio Oriente e Nord Africa è rappresentato dal sempre maggiore numero di progetti relativi a queste zone.
La Solarcentury, società britannica che si occupa di fotovoltaico, ha dato il via a trattative con la Enviromena Power Systems, che ad Abu Dhabi si occupa di energie rinnovabili, per una collaborazione sullo sviluppo di moduli solari ad uso commerciale e residenziale da immettere nel mercato mediorientale.
“Stiamo offrendo sostegno alla Environmena lavorando per trovare prodotti migliori per i loro progetti di ‘edilizia solare’ mettendo a disposizione l’esperienza dei nostri ingegneri e progettisti”, ha spiegato Derry Newman, chief executive di Solarcentury. “Ci auguriamo che la collaborazione sarà prolifica e produca un terreno davvero innovativo per il solare fotovoltaico, definendo nuovi standard per lo sviluppo di un’economia a basse emissioni di carbonio”.
La partnership è stata annunciata pochi giorni dopo che il governo marocchino ha confermato la possibilità, a breve, di presentare le offerte per un progetto relativo alla costruzione della prima centrale solare del Paese.
Il ministro dell’Energia, Amina Benkhadra, ha dichiarato infatti all’agenzia di stampa Reuters che le offerte per la proposta dell’impianto da 500 MW nei pressi della città meridionale di “Ouarzazate”:http://www.rinnovabili.it/marocco-il-piano-solare-da-9-mld-pronto-a-decollare-402360 verranno rilasciati entro la fine di febbraio.
L’accordo rappresenta la prima fase di un vasto programma di interventi per l’implementazione della produzione di energia da fonte pulita per il Paese, che mira alla creazione di cinque grandi parchi solari in grado di generare il 38% della potenza energetica del Marocco entro il 2020.