• Articolo , 28 luglio 2010
  • Fotovoltaico di plastica, con Solarmer raggiunge l’8,13% d’efficienza

  • Una nuova conquista per il settore del solare: le celle organiche della Solarmer Energy superano la barriera dell’8% in condizioni ambientali

(Rinnovabili.it) – Nuovo record di conversione fotovoltaica per Solarmer Energy che, come certificato dal National Renewable Energy Laboratory (NREL), ha registrato per la sua cella organica polimerica un 8,13% d’efficienza.
Un buon risultato, ma ancor prima un primato mondiale per la sua categoria. Per la società statunitense si tratta della quarta volta in due anni: nel solo 2009 Solarmer ha portato l’efficienza dei propri prodotti dal 6,8% al 7,9% grazie agli sforzi del team Ricerca e Sviluppo che, sotto la guida del Dott. Jianhui Hou, ha sviluppato nuovi polimeri per una maggiore efficienza. “Superare l’8%, una _barriera psicologica_ per l’industria del fotovoltaico organico (OPV), è un importante passo avanti sia per Solarmer che per l’industria dell’energia solare”, ha riferito Woolas Hsieh, presidente della società . “Questo conferma che l’OPV è sulla strada giusta per diventare una tecnologia redditizia e competitiva. Siamo molto orgogliosi di essere la prima azienda a superare questo sbarramento dell’8%. Vorremmo ampliare la nostra partnership con altre aziende che hanno competenze nella tecnologia di produzione, imballaggio, e in altri settori per portare il fotovoltaico di plastica rapidamente sul mercato. Il nostro prossimo obiettivo è raggiungere il 10% di efficienza per la fine del 2010”.