• Articolo , 1 marzo 2011
  • Fotovoltaico: il know-how del DOE per Masdar City

  • Saranno testati nell’eco-città del futuro gli speciali rivestimenti per i moduli fotovoltaici realizzati dal National Renewable Energy Laboratory americano

(Rinnovabili.it) – E’ comunione di intenti tra il Dipartimento dell’Energia statunitense e “Masdar”:http://www.masdar.ae/en/home/index.aspx, l’oramai celebre iniziativa energetica di Abu Dhabi. Le due realtà infatti si apprestano a collaborare nel campo del fotovoltaico, fondendo il know-how tecnologico del National Renewable Energy Laboratory (NREL) con le esigenze energetiche della nascente Masdar City. Nel quadro del nuovo accordo firmato ieri dal Doe e la compagnia araba, l’istituto di ricerca americano testerà sotto il sole dell’eco-città del futuro il rivestimento per moduli fotovoltaici messo a punto nei propri laboratori, una speciale copertura progettata per evitare i problemi legati all’umidità, alla cementazione e alla polvere secca.
I rivestimenti da testare sono stati scelti a seguito della raccolta di dati scientifici e tecnici ottenuti sia dal prelievo di campioni di suolo che dalle visite dirette ad Abu Dhabi condotte dai tecnici del NREL.
Per Sultan Al Jaber, CEO of Masdar, non c’è dubbio che “questo progetto pilota dimostri i benefici reali e tangibili provenienti dalla cooperazione in corso tra gli Emirati Arabi Uniti e gli Stati Uniti d’America. Il nostro allineamento nella ricerca e sviluppo delle energie rinnovabili non solo rappresenta un beneficio per le nostre nazioni, ma anche per la transizione globale verso soluzioni energetiche pulite”.
“Agire come banco di prova per gli Stati Uniti valutando le nuove tecnologie conferma la leadership mondiale Masdar come un hub per la collaborazione nel settore delle rinnovabili e nello sviluppo delle tecnologie low carbon,” ha aggiunto Al Jaber. “E’ una testimonianza del nostro impegno a lavorare in parallelo con partner internazionali per promuovere l’adozione dell’energia pulita in tutto il mondo”.