• Articolo , 22 settembre 2010
  • Fotovoltaico, il più grande impianto australiano sorgerà a Victoria

  • Il primo ministro dello stato australiano di Victoria ha annunciato la realizzazione nel suo stato dell’impianto fotovoltaico più grande dell’Australia, con una capacità di 180 MW e un investimento pari a circa 71 milioni di euro

(Rinnovabili.it) – Il Governo dello Stato Australiano di Victoria ha annunciato oggi di avere dato il via libera allo stanziamento di 100 milioni di dollari australiani – circa 71,5 milioni di euro – per la realizzazione del più grande impianto fotovoltaico dell’Australia. Secondo un comunicato ufficiale riportato dai media australiani, il parco fotovoltaico, che sarà costruito dalla società TRUenergy, dovrebbe sorgere nelle vicinanze di Mildura, nel nord ovest dello stato australiano. Stando a quanto ha dichiarato il premier di Victoria John Brumby, il progetto proposto dalla TRUenergy dovrebbe avere una capacità totale pari a 180 MW e la sua realizzazione contribuirebbe a creare almeno 200 nuovi posti di lavoro durante tutta la fase della costruzione, oltre ad una ventina di altri occupati nell’indotto. L’impianto garantirà la generazione di 345 GWh di energia pulita, capaci di soddisfare il fabbisogno energetico di circa 60.000 abitazioni ogni anno.
Il mega parco si dovrebbe estendere su una superficie complessiva di 600 ettari a circa 10 chilometri a sud di Mildura, e la sua realizzazione dovrebbe prevedere quattro diverse fasi di costruzione tra il 2012 e il 2015. Nonostante siano stati comunicati i riferimenti generali dell’investimento però non sono ancora stati comunicati ulteriori dettagli sul piano finanziario del progetto.
“Questo investimento – ha sottolineato il primo ministro Brumby – sarà in grado di capitalizzare sul nostro Stato grandi interessi per la produzione di energia da fonti pulite e questo progetto costituisce una parte fondamentale del nostro impegno per aumentare l’offerta di energia elettrica da fonte solare dello stato di Victoria del cinque per cento entro il 2020″.