• Articolo , 16 dicembre 2009
  • Fotovoltaico: la centrale da record del Lazio è completata

  • Entrati in funzione il 30 novembre i 78.720 moduli solari istallati su una superficie di 80 ettari. L’elettricità prodotta viene immessa nella rete nazionale contribuendo ad aumentare la percentuale di energia generata da fonte rinnovabile

(Rinnovabili.it) – Nell’ambito della conferenza interattiva “Re-Event”:http://www.re-event.it/, in corso a Roma oggi e domani, è stato annunciato il completamento della più grande centrale fotovoltaica del Paese, con sede a Montalto di Castro, Viterbo.
Lo hanno comunicato la SunRay Renewable Energy, produttore indipendente di energia solare, e la SunPower Corp., che si occupa della costruzione di celle, moduli e sistemi fotovoltaici ad alta efficienza, aggiungendo che l’impianto è stato messo in funzione lo scorso 30 novembre e attualmente immette energia verde nella rete elettrica nazionale.
La centrale, che si estende su un’area di 80 ettari, impiega 78.720 moduli ad alta efficienza, installati sfruttando la tecnologia brevettata degli ‘Inseguitori Solari SunPower’ in grado di assicurare il 25% in più di energia prodotta rispetto ai convenzionali sistemi statici e riducendo la superficie necessaria all’istallazione dei moduli.
Secondo quanto dichiarato dalla SunRay la centrale è in grado di alimentare ben 13mila abitazioni, evitando di immettere in atmosfera 22mila tonnellate di biossido di carbonio all’anno, quantitativo destinato ad aumentare visto che, almeno per il momento, è stata portata a termine solo la prima fase del progetto, che prevede 85 MW effettivi dal 2010.
Completati in soli 8 mesi grazie al lavoro di 250 operai e di 10 aziende locali che hanno contribuito alla realizzazione dell’impianto, i lavori di costruzione sono stati gestiti da SunRay e SunPower, mentre Terna Spa si è occupata di una sottocentrale da 150 MW.
“Aver completato la costruzione della più grande centrale fotovoltaica italiana con diverse settimane di anticipo sulla scadenza prevista è una prova della professionalità dell’intero team”, ha commentato Yoram Amiga, presidente di SunRay Group. “Più di 200 operai locali sono stati formati con le competenze specifiche della tecnologia fotovoltaica, superando le nostre attese e dando prova di creatività e professionalità. Siamo orgogliosi del modo in cui l’intera comunità ha sostenuto il progetto garantendone l’ultimazione entro i tempi previsti”.
“In soli 240 giorni, SunRay Renewable Energy ha ottenuto la riduzione del biossido di carbonio prevista dal Protocollo di Kyoto del 1997, e discussa in questi giorni dai leader del mondo a Copenhagen,” ha continuato Amiga. “Con l’ultimazione di questa fase del progetto, la comunità di Montalto di Castro sarà autosufficiente dal punto di vista energetico. Nei prossimi anni, la centrale fotovoltaica diventerà il principale punto di riferimento dell’Europa per la produzione di energia rinnovabile”.

“Oggi il Lazio ha fatto un grande salto in avanti sul fronte della sostenibilità energetica. Con il completamento dell’allaccio in rete dell’impianto fotovoltaico da 24 MWe di Montalto di Castro, il più grande d’Italia, il Lazio aumenta del 60% la propria capacità elettrica dalle nuove rinnovabili, arrivando 64 MWe”, afferma l’assessore all’Ambiente regionale, Filiberto Zaratti. “La realizzazione di quest’impianto, il cui capitale è interamente privato, è un ulteriore segnale di come le politiche messe in campo dalla Regione, dalla semplificazione delle procedure amministrative fino agli incentivi ai cittadini, hanno reso il Lazio un territorio fortemente attrattivo per chi vuole investire in energia pulita”.