• Articolo , 6 dicembre 2008
  • Fotovoltaico per produrre più energia

  • di Daniela Terragni Una centrale privata per colmare le carenze Enel nei piccoli comuni. Il nuovo impianto fotovoltaico sorgerà nei pressi della cascina Marinotta, comunemente detta Marlanotta, a Castelferro Ventimila mq di terreno agricolo ex Sturla saranno destinati alla prima centrale privata della zona, che sarà connessa all’attuale rete di distribuzione mediante una cabina di […]

di Daniela Terragni

Una centrale privata per colmare le carenze Enel nei piccoli comuni. Il nuovo impianto fotovoltaico sorgerà nei pressi della cascina Marinotta, comunemente detta Marlanotta, a Castelferro
Ventimila mq di terreno agricolo ex Sturla saranno destinati alla prima centrale privata della zona, che sarà connessa all’attuale rete di distribuzione mediante una cabina di trasformazione con allacciamenti e raccordi complementari anche alla cabina primaria della frazione Boschi di Sezzadio. Il progetto per la posa di 2000 pannelli fotoelettrici di 10 metri, che saranno installati ad un’altezza di circa 3,5 metri è stato presentato in Provincia da una ditta di Milano, la Sv III S.r.l. che si dice sia specializzata nella realizzazione di impianti fotovoltaici. Sarà sottoposto alla valutazione di impatto ambientale. Resterà in visione al pubblico per trenta giorni dal 9 dicembre presso il Dipartimento Ambiente Territorio e Infrastrutture della Provincia di Alessandria.
«Produrrà oltre 2 milioni di Kwt all’anno – spiega il sindaco di Predosa Mario Trucco – infatti è di 1140 Kwt la capacità di ogni pannello nelle ore diurne, che da noi corrispondono ad una media di 3500 ore di luce all’anno. Siamo più che favorevoli perché garantirà alla zona una migliore fornitura di energia senza impatto ambientale. L’aspetto negativo è che vengono sottratti 20 mila metri all’agricoltura, ma va detto che non si tratta di un terreno di pregio. Sarà un’iniezione di potenza non solo per il comune di Predosa, che annovera numerose industrie ad alto consumo energetico, ma anche per i Comuni limitrofi che manifestano carenze».