• Articolo , 12 giugno 2007
  • Fotovoltaico: Scalea capitale europea dell’elettricità pulita

  • Iniziativa unica in Europa quella di coprire l’intero fabbisogno energetico del Comune di Scalea con il fotovoltaico. Importanti ricadute in termini ambientali ma anche occupazionali

La totalità dell’energia elettrica necessaria al comune sarà prodotta da pannelli fotovoltaici istallati su edifici ed aree pubbliche. È quanto sarà realizzato nella cittadina calabrese di Scalea, centro turistico marino di 11.000 abitanti in provincia di Cosenza, dalla società “ER Energie Rinnovabili” con sedi a Vibo Valentia e Roma. Il progetto porta il nome di “Scalea, città europea del fotovoltaico” e vede la collaborazione del Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile (CIRPS) dell’Università di Roma “La Sapienza”, fra i più autorevoli punti di riferimento in ambito scientifico europeo sulle fonti rinnovabili. Vincenzo Naso, presidente di ISES (International Solar Energy Society) Italia e del CIRPS oltre che titolare della cattedra “Macchine e sistemi energetici speciali” presso la facoltà di Ingegneria de “La Sapienza” ha dichiarato: “Scalea diventerà con questa firma una vetrina di alto livello scientifico per l’utilizzo delle energie rinnovabili poichè grazie alla collaborazione tra Università di Roma, CIRPS e ISES, sarà pari ad un laboratorio a cielo aperto con eccellenti prospettive per numerose applicazioni future, come il solare termico e le energie da biomasse. L’impianto creerà nuovi posti di lavoro: a breve si potranno vedere i benefici occupazionali nel territorio calabrese, dove si avrà un indotto creato dall’istallazione, gestione e manutenzione degli impianti fotovoltaici”. (fonte IlTempo.it)