• Articolo , 15 gennaio 2010
  • Fotovoltaico, tra vecchio e nuovo Conto Energia

  • Come indicato dal DM 19 febbraio 2007 il Gestore dei Servizi Energetici ha pubblicato oggi il ‘Rapporto su Incentivazione degli impianti fotovoltaici’ 2008 – 2009

(Rinnovabili.it) – Nuovo “Rapporto”:http://www.gse.it/media/Pubblicazioni/Rapporto%20Fotovoltaico/Rapporto_FTV2009_21ottobre.pdf firmato GSE, stavolta in merito all’incentivazione degli impianti fotovoltaici nel periodo compreso tra settembre 2008 e agosto 2009. Il Gestore ha pubblicato sul proprio sito internet la relazione riportante i principali risultati ottenuti nel suddetto arco di tempo, con le ovvie distinzioni fra le due fasi di operatività del meccanismo ossia primo Conto Energia e nuovo Conto Energia.
Il documento contiene il resoconto sulle domande ricevute, sulla gestione commerciale e amministrativa e sulle verifiche ispettive effettuate, fornendo inoltre, per ciascuna regione e provincia autonoma energia prodotta, energia incentivata e ubicazione degli impianti in esercizio.
Ad oggi scrive il Gse nelle conclusioni “si può ritenere che il primo Conto Energia sia di fatto esaurito e il bilancio conclusivo possa essere stimato in quasi 6000 impianti in esercizio per una potenza totale di circa 180 MW, a fronte degli oltre 12.000 impianti ammessi all’incentivazione per una potenza totale di 387 MW”.
In riferimento ai primi due anni del nuovo Conto Energia il numero di impianti convenzionati è quasi cinque volte superiore a quelli relativi al primo e nella quasi totalità si tratta comunque di impianti in regime di scambio sul posto di piccolissima taglia, con una potenza media di poco superiore ai 4kW, “ le iniziative commerciali e soprattutto le grandi centrali multimegawatt necessitano di tempi lunghi di sviluppo: esistono criticità realizzative connesse alle incertezze degli iter autorizzativi e ai ritardi nelle connessioni alla rete MT e AT, soprattutto nelle regioni meridionali. Questi impianti, pertanto, faranno sentire il loro peso, soprattutto in termini di potenza installata, a partire dal 2010”.
Le stime ad oggi eseguibili prevedono che il limite di 1200 MW, relativo al nuovo Conto energia, potrebbe essere raggiunto già nel corso del 2010.