• Articolo , 9 novembre 2010
  • Francia: a breve la gara per 3 GW di eolico off-shore

  • Il governo transalpino annuncia la volontà di lanciare, questa settimana, una serie di gare d’appalto nel settore delle wind farm marine. Obiettivo finale: raggiungere i 6 GW e rientrare nella corsa mondiale all’eolico off-shore

(Rinnovabili.it) – Soffia un vento nuovo a Parigi. Per un paese come la Francia che ha fatto della produzione energetica nucleare uno dei pilastri della propria economia forse non sorprende che alcuni settori della fornitura green siano ancora silenti. Era così fino a ieri anche per l’eolico off-shore la cui sorte sembrerebbe però oggi completamente ridisegnata alla luce di un nuovo ed ambizioso target: raggiungere i 6 GW grazie ai venti marini. Il primo progetto di wind farm al largo delle coste nazionali aveva visto la luce nel 2005 per poi essere ibernato causa problemi di burocrazia e un quadro giuridico per le attività economiche off-shore poco adatto al settore dell’eolico.
Ora il governo transalpino è pronto a dare una scossa al comparto. A riferirlo è stato il segretario di stato all’ecologia Chantal Jouanno annunciando il lancio di una serie di gare per l’installazione di turbine nelle aree marittime francesi. Le prime offerte copriranno progetti per una capacità di 3.000 MW, mentre una seconda tornata di gare d’appalto potrebbe essere avviata successivamente, nel 2012 e 2014, così da raggiungere i 6 GW preventivati dal governo.
“L’investimento per i primi 3 GW di capacità potrebbe ammontare a 10 miliardi di euro”, ha riferito un portavoce del ministero dell’ecologia. “E sono già state individuate circa 10 aree per l’istallazione nel Canale della Manica, nell’Oceano Atlantico e nel mare Mediterraneo. Le prime fattorie eoliche offshore dovrebbe iniziare a funzionare nel 2015”.