• Articolo , 5 dicembre 2007
  • Francia, bonus/malus sulle emissioni delle automobili

  • Dal primo gennaio il Governo francese renderà attive nuove misure anti inquinamento. Al momento dell’acquisto saranno penalizzate le auto più inquinanti e premiate invece le vetture più “verdi”

Un “bonus” da 200 a 1.000 euro sarà versato ai francesi che sceglieranno, dal primo gennaio 2008, un veicolo che immetta meno di 130 grammi di Co2 per chilometro. Al contrario è previsto un “malus” da 200 a 2.600 euro per tutti coloro che acquisteranno un’automobile nuova che rilasci più di 160 grammi di Co2/km. Lo ha annunciato oggi il ministero dell’Ecologia francese come concordato lo scorso ottobre dagli “Stati Generali dell’Ambiente”. Misure anti inquinamento che andrebbero a colpire circa il 25% degli eventuali acquirenti. Ogni due anni queste soglie saranno aggiornate e “appesantite di 5 grammi di Co2/km”, in modo da incoraggiare i costruttori a proseguire i loro sforzi per la salvaguardia ambientale. Per quanto riguarda quei veicoli le cui emissioni sono invece in linea con la media di quelle attuali (tra i 130 e i 160 grammi di Co2/Km) si applicherà una “zona neutra”, ed è addirittura previsto un “superbonus” di 300 euro per gli acquirenti di un’auto “verde” che rottamino una vettura di oltre 15 anni. Infine, il Governo ha deciso ”in modo da favorire lo sviluppo dei veicoli che consumano poco carburante, e in particolare quelli elettrici, di assegnare un bonus specifico di 5.000 euro per l’acquisto di auto che immettono meno di 60 grammi di Co2/km”. (Fonte Adnkronos)