• Articolo , 7 marzo 2011
  • Francia, cresce il solare mentre ristagna l’eolico

  • La valutazione finale del Commissariato Generale per lo Sviluppo Sostenibile (CGDD), certifica per la nazione un significativo aumento del 235% nel fotovoltaico rispetto al livello registrato dodici mesi prima di 306 MW, mentre il vento perde il suo dinamismo

(Rinnovabili.it) – Un anno d’oro quello del solare francese 2010. Secondo i dati ufficiali rilasciati dal governo parigino l’anno passato è stato testimone di *719 MW da nuovi impianti fotovoltaici* connessi alla rete, triplicando le istallazioni rispetto al 2009. Valori che permettono finalmente alla Francia, seppure di poco, di superare il GW di potenza istallata sul territorio.
Una crescita accelerata, quella sottolineata dal Ministero di Ecologia, su quasi tutte le aree metropolitane. Nel complesso, sette regioni situate tra la parte meridionale e occidentale del Paese si sono chiaramente distinte come territori leader e da sole rappresentano oggi *il 60% della potenza totale* collegata alla fine del 2010: Provence-Alpes-Cote d’Azur (115 MW), Pays de la Loire (99 MW), Rhone-Alpes (98 MW), e Linguadoca-Roussillon (96 MW), Aquitania (82 MW), Midi-Pirenei (80 MW) e la Bretagna (51 MW).
E mentre il mercato del fotovoltaico è in anticipo sugli obiettivi stabiliti da Grenelle, il mercato eolico, invece, da tre anni fatica ad accelerare. Il suo tasso di crescita è rimasta stabile dal 2008, con un ritmo di crociera intorno ai 1.100 MW. Il paese ha una capacità di *5.7 GW eolici connessi alla fine del 2010*, secondo i dati della _Commissione generale per lo sviluppo sostenibile_ (CGDD). In altre parole, per raggiungere i 19 GW di eolico onshore previsti entro il 2020, la Francia dovrà, nei prossimi anni, portare il suo mercato medio a 1.300 MW l’anno.