• Articolo , 21 luglio 2011
  • Fredericia, la città che produce biofuel dai propri rifiuti

  • La cittadina danese sarà la prima nella nazione a convertire spazzatura e acque reflue in un biocarburante che possa alimentare gli autobus pubblici e le abitazioni

(Rinnovabili.it) – Produrre biogas dai rifiuti non è una novità, ma se la tecnologia diventa l’iniziativa di punta di un piano municipale per la gestione dell’immondizia e delle acque di scarico cittadine, la faccenda assume tutto un altro risvolto. La città danese di Fredericia ha firmato un accordo con la connazionale _Dong Energy_ per lanciare un nuovo ed ecologico sistema di gestione dei rifiuti che trasforma gli *scarti organici domestici* e le *acque grigie* in biocarburante.
Attraverso la nuova partnership, il Consiglio costituirà la prima comunità nella nazione in grado di processare la propria spazzatura in biocombustibile da stoccare e ridistribuire per, eventualmente, *alimentare gli autobus pubblici o il riscaldamento cittadino*. “Il nostro obiettivo è quello di trasformare la gestione delle acque reflue e dei rifiuti domestici da costoso problema a preziosa risorsa per la produzione locale di energia”, ha spiegato il sindaco di Fredericia, Thomas Banke. “La nostra spazzatura sarà trasformata in gas, che sarà venduto e diventerà una risorsa per il bilancio del Consiglio”.

L’iniziativa si basa su un nuovo processo di bio-raffinazione chiamato _REnescience,_ sviluppato dalla Dong Energy con la collaborazione di ricercatori universitari danesi e l’azienda biotech _Novozymes._ Il processo che si avvale di speciali enzimi per la produzione di biogas, è in grado di *gestire circa 800 kg di rifiuti l’ora*. Un’iniziativa win-to-win come sottolinea il sindaco, mentre il riciclo apporterà innegabili benefici all’ambiente, i residenti ne trarranno profitto attraverso tasse sui rifiuti più basse e nuovi posti di lavoro.