• Articolo , 21 ottobre 2008
  • Fuel cell a metanolo, pronte ad entrare nel mercato dell’hi-tech

  • Panasonic svelerà questa settimana il nuovo prototipo di batteria a metanolo in grado di emettere fino a 20 W di potenza per 20 ore, annunciando una possibile immissione in commercio entro 4 anni

La giapponese Toshiba è stata la prima ad annunciare il lancio di questa tecnologia a partire dal 2009 nei dispositivi elettronici di uso comune. Mentre si attende che la compagnia sveli su quale prodotto intende integrare la propria batteria di tipo Direct Methanol Fuel Cell (cella a combustibile a metanolo diretto, DMFC) – è quasi certo si tratterà di un telefono cellulare – anche la conterranea Panasonic rende noto che è pronta ad introdurre sul mercato di massa la tecnologia delle celle a metanolo. La società ha, infatti, dichiarato che entro il 2012 saranno disponibili le prime batterie a MFC per notebook e caricatori e, senza entrare in particolari riguardanti prezzi e previsioni precise di commercializzazione, snocciola alcuni numeri: con 200 cc di metanolo le nuove batterie messe a punto sarebbero in grado di fornire 10 Watt continuativi e 20 di picco per 20 ore, occupando solo 270 centimetri cubici di volume e con un peso di 320 grammi. Il prototipo della Panasonic sarà svelato mercoledì prossimo durante l’Hydrogen Energy Advanced Technology Exhibition 2008, che si terrà nella città giapponese di Fukuoka.