• Articolo , 7 ottobre 2009
  • Futuro “verde” grazie agli Ecodaily a metano

  • La collaborazione Eni-Iveco punta alla commercializzazione e allo sviluppo dei rispettivi prodotti e trend mantenendo obiettivo primario la sostenibiltà

(Rinnovabili.it) – Offerte ad hoc per il sostegno reciproco dei brand da giocare sul terreno della mobilità sostenibile. Questo in sintesi quanto prevede l’accordo di collaborazione firmato oggi a Torino tra Eni ed Iveco e che prende concretamente il via dall’entrata sul mercato di “Ecodaily”, il veicolo commerciale leggero la cui presentazione nei saloni italiani è prevista per il prossimo 10 ottobre e che si impone nella categoria “green” grazie alle versioni Natural Power “bifuel”, elettrica e, a breve, ibrida.
L’intesa con Eni, ha dichiarato Franco Miniero, senior vice-persident sales & marketing Iveco “è una collaborazione che abbiamo fortemente voluto tra due aziende che rappresentano l’eccellenza italiana nel mondo. Nel 2010 sarà nostra intenzione stendere le iniziative con Eni al resto della gamma, dopo quanto fatto con il lancio del nuovo Ecodaily. Grazie alla capillarità delle due reti potremo così offrire ai nostri clienti servizi ad alto valore aggiunto”.
Nonostante il mercato sia in grave crisi e le immatricolazioni siano in calo un po’ ovunque, la Iveco da giugno ha iniziato la risalita. Francesco Caria, direttore commerciale business gas & power di Eni ha precisato che “il mercato dei veicoli a metano ha vissuto negli ultimi anni un vero e proprio boom”: per la fine del 2009 sono stimate centotrentamila, auto e veicoli commerciali, a metano immatricolate e attualmente rappresentano il 5,6% delle vendite complessive.
“Per stabilizzare il trend positivo del metano – ha aggiunto – serve un quadro normativo che ne riconosca formalmente lo status di carburante e soprattutto che garantisca stabilità e continuità nel tempo agli incentivi. Un altro fattore di successo del metano in Italia che crediamo vada salvaguardato – ha concluso – è il presidio della sicurezza da parte della gestione fondo bombole metano“.
“Proprio il metano per autotrazione – ha sottolineato Marco Monticelli, senior vice-president external relation & comunication Iveco – è uno dei territori dove la collaborazione con Eni è più forte e vogliamo che lo diventi sempre di più. Come Iveco crediamo che il metano sia, se non il carburante del futuro, certamente uno dei più importanti”.