• Articolo , 28 giugno 2008
  • G8: Maddalena 2009, ecovertice per Mediterraneo

  • Quello del G8 alla Maddalena – sotto presidenza italiana – sarà un summit ecosostenibile, attento a garantire la tutela paesaggistico-ambientale dell’isola, ma allo stesso tempo sarà una vetrina per i prodotti del ‘made in Italy’, a cominciare dalle pietanze da offrire ai capi di Stato e di Governo protagonisti del vertice che nel 2009 (tra […]

Quello del G8 alla Maddalena – sotto presidenza italiana – sarà un summit ecosostenibile, attento a garantire la tutela paesaggistico-ambientale dell’isola, ma allo stesso tempo sarà una vetrina per i prodotti del ‘made in Italy’, a cominciare dalle pietanze da offrire ai capi di Stato e di Governo protagonisti del vertice che nel 2009 (tra fine giugno ed inizio luglio) si terrà nell’arcipelago sardo. Lo stesso logo del vertice sarà un richiamo alle “bellezze” ambientali e naturali mediterranee dell’Italia e della Sardegna. Tutela ambientale, sviluppo sostenibile, sicurezza alimentare ed energie rinnovabili: sono questi, come anticipato in più occasioni da diversi esponenti del Governo, alcuni dei temi prioritari della prossima presidenza italiana del G8 che riceverà il testimone dal Giappone e dovrà gestire, tra l’altro, il delicato passaggio dell’accordo post Kyoto. In particolare, il ruolo della presidenza italiana si preannuncia cruciale per la ricerca di un difficile compromesso per portare gli Otto Grandi a siglare un patto internazionale, entro dicembre del 2009, per combattere il riscaldamento globale. I principali centri maddalenini in cui si terrà il summit saranno l’ex Arsenale che ospiterà anche gli incontri con altri 15 Paesi e l’Unione Europea e l’ex Ospedale militare, nel quale risiederanno i capi di Stato e le delegazioni straniere (attesi tremila delegati) sulla cui sicurezza vigileranno 16 mila uomini delle forze dell’ordine. A La Maddalena sono attesi anche tremila giornalisti accreditati che saranno alloggiati nei centri limitrofi di Palau, Santa Teresa e Arzachena.