• Articolo , 2 dicembre 2008
  • G8 Maddalena: per l’accordo necessari USA, Cina e India

  • Al margine della giornata italo-francese sui cambiamenti climatici, l’Ambasciatore Massolo preannuncia gli obiettivi dello stesso G8, specificando la necessità di un accordo prima di tutto con gli USA per renderlo efficace e concreto

In vista del G8 della Maddalena, previsto per luglio 2009, l’Ambasciatore Gianpiero Massolo, Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri nonchè sherpa del G8 sardo, al margine della giornata italo-francese sui cambiamenti climatici, sostiene come, per arrivare ad un regime post-Kyoto non solo sia necessario un accordo fra i diversi Stati, ma che questi Stati siano rappresentati anche dagli USA e dai paesi emergenti come India e Cina. L’auspicio quindi è quello che gli US si siedano al più presto al tavolo delle trattative, coinvolgendo di conseguenza anche Cina e gli altri Paesi emergenti, tracciando già la strada per Copenaghen 2009; senza gli Stati Uniti infatti, il rischio è che neanche in quell’occasione si possa definire una soluzione concreta e efficace. Saranno inoltre la centro della discussione del G8 anche le nuove tecnologie, sottolineando da parte italiana la volontà di creare un carbon market.