• Articolo , 10 maggio 2007
  • G8 Unesco: a Trieste occhi puntati sullo sviluppo sostenibile

  • L’evento approfondisce le tematiche già discusse al Summit di San Pietroburgo sullo sviluppo sostenibile. Il presidente del Friuli Venezia Giulia rende nota la politica energetica regionale basata sulle ‘3 R’: risparmio energetico, rinnovabili e ricerca

È iniziato oggi, e proseguirà fino al 12 maggio, il G8 – Unesco World Forum per lo sviluppo sostenibile, promosso dal ministero degli Esteri, dall’Unesco e dall’Ictp (Centro Internazionale di Fisica Teorica di Miramare). Il Forum intende sviluppare i temi già discussi al Summit di San Pietroburgo, sulle interconnessioni tra educazione, ricerca scientifica e innovazione tecnologica, nella prospettiva dello sviluppo sostenibile, identificando i rischi e le opportunità per i paesi industrializzati e per quelli in via di sviluppo. Presenti all’evento il direttore generale dell’Unesco, Koïchiro Matsuura, il commissario europeo per la scienza e la ricerca, Janez Potocnik, il premio Nobel per la fisica, Carlo Rubbia, oltre ai ministri italiani e dei Paesi G8, i ministri africani, e i rappresentanti industriali. È inoltre prevista la partecipazione di molti esperti di massimo livello nei settori educativo, scientifico ed economico.
Presente al G8 anche il presidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Illy, il quale ha espresso la necessità di una politica energetica basata ‘sul risparmio, sulla ricerca di fonti alternative e sull’energia rinnovabile, che deve essere incentivata per renderla economica’. Illy ha inoltre aggiunto che ‘le fonti rinnovabili saranno un rimedio a lungo termine, ma nel breve dobbiamo fare delle scelte sulle fonti fossili’, soprattutto il gas. Link: “http://g8forum.ictp.it/”:http://g8forum.ictp.it/ (fonte Agi, La Nuova Ecologia)