• Articolo , 6 giugno 2007
  • G8: Usa, niente accordi sulle emissioni

  • Al vertice di Heiligendamm la rappresentanza statunitense ha già annunciato che non ci saranno accordi sulla riduzione delle emissioni di CO2. Duro il compito della padrona di casa, Angela Merkel

Gli Stati Uniti hanno già anticipato che il testo finale dell’accordo del G8 sul clima non conterrà i limiti sull’aumento di temperatura e le riduzioni sulle emissioni di gas inquinanti che il cancelliere tedesco Angela Merkel sperava di concordare al summit sul Baltico. Alla vigilia, la Merkel è riuscita a smussare le posizioni più controverse sulle misure da prendere per impedire un ulteriore aumento del riscaldamento terrestre. Rimane però decisivo il pranzo di lavoro in programma oggi con il presidente americano George W. Bush, che potrebbe già decidere il successo o meno del summit. Per Bush e la Merkel sarà infatti l’occasione ideale per verificare quanto distanti siano le loro posizioni sul clima, soprattutto dopo la nuova posizione assunta dal presidente statunitense che tende a rinviare le decisioni al 2008, cioè a fine mandato. (fonte Ansa)