• Articolo , 30 aprile 2008
  • Gamesa Solar e Ener3 per un nuovo gruppo europeo nel settore delle rinnovabili

  • Completata l’operazione di acquisizione da parte di First Reserve Corporation per costituire un gruppo operativo in Spagna e Italia con focus sullo sviluppo del solare

Il First Reserve Corporation, il fondo statunitense specializzato in investimenti nel settore dell’energia, ha annunciato il completamento dell’acquisizione di Gamesa Solar, principale società spagnola nel settore dell’energia solare ed Ener3, azienda italiana attiva nelle rinnovabili e nel risparmio energetico. Le due società entrano così a far parte di nuovo gruppo europeo del settore. Il Gruppo sarà operativo in Spagna e Italia con focus sullo sviluppo del solare, puntando ad installare 400 MW fotovoltaici nell’Europa Meridionale nel giro dei prossimi quattro anni; due terzi degli impianti realizzati saranno forniture chiavi in mano e per un terzo saranno gestiti direttamente. Paolo Pietrogrande, prossimo Chief Executive Officer del Gruppo ha dichiarato: “Gamesa Solar, con 40 MW di progetti fotovoltaici realizzati e 50 MW in consegna nel 2008, è uno dei principali operatori del settore sia nel campo dello sviluppo di progetti che per la fornitura di impianti chiavi in mano. Ener3, invece, fornisce servizi di pianificazione energetica e di gestione dei progetti, in particolare nel settore fotovoltaico dove ha operato nella progettazione di 20 MW di coperture e impianti a terra. Nei prossimi quattro anni investiremo 600 milioni di euro nello sviluppo di impianti di energia rinnovabile nella costruzione ed esercizio di impianti eolici, mini idroelettrici, biogas e solari”. Antonio Cavallè, che diventerà direttore generale di Gamesa Solar, aggiunge: “La combinazione delle attività di un leader del mercato solare in Spagna, quale Gamesa, con quelle di un operatore ben radicato nelle rinnovabili italiane quale Ener3 spiana la strada a un’ulteriore crescita commerciale nei mercati più promettenti d’Europa. Siamo un’azienda già leader, ma confidiamo di crescere ulteriormente estendendo la presenza geografica, il posizionamento sull’intera catena del valore e l’offerta di tecnologie”.