• Articolo , 23 gennaio 2009
  • Gas Serra: GOSAT in orbita

  • In orbita finalmente il satellite che misurerà sull’intera superficie terrestre le concentrazioni di CO2 e CH4. Costo dell’operazione 159 milioni di euro, ma le implicazioni scientifiche e ambientali garantiscono un rientro virtuale di gran lunga maggiore

“Come annunciato”:http://www.rinnovabili.it/gas-serra-gosat-sentinella-di-controllo-702244, passate le intemperie climatiche, il Giappone ha lanciato in orbita il suo ‘Respiro’ , alias ‘Ibuki’, ovvero GOSAT il primo satellite al mondo che assolverà la funzione di sentinella di controllo dei gas serra. GOSAT è stato ‘guidato’nello spazio dal razzo H-2A di fabbricazione nipponica con altri sette satelliti più piccoli alloggiati all’interno del razzo. Obiettivo della missione: effettuare la misurazione delle concentrazioni dei gas serra, soprattutto di anidride carbonica e metano, sull’intera superficie del globo terrestre, attualmente impossibile con le moderne tecnologie e la non omogenea distribuzione dei punti di osservazione. Il satellite si stazionerà ad un’altezza di 666 km rispetto alla terra e il suo compito sarà quello di acquisire e registrare dati relativi alle concentrazioni dei gas serra ogni tre giorni, per un totale di 56 mila punti sul globo in cinque anni di attività prevista. Il costo dell’intera missione fino ad ora ammonta a circa 159 milioni di euro. Quanto al marchi di fabbrica, Ibuki è stato costruito dalla Mitsubishi Heavy Industries, mentre degli altri satelliti più piccoli sei sono stati progettati da privati o da centri universitari, mentre il settimo è un congegno sperimentale fabbricato dall’agenzia aerospaziale per studiare nuove funzioni di comunicazione. In merito a questo importante passo per gli scienziati e per tutti coloro che si occupano del surriscaldamento globale e si impegnano nella lotta contro i cambiamenti climatici dall’Italia giungono le dichiarazioni dell’On. Domenico Scilipoti, rappresentante dell’Italia dei Valori, secondo il quale tale missione rappresenta un ??“importante controllo che consentirà una più approfondita analisi di un problema ancora sottovalutato”.??