• Articolo , 27 aprile 2010
  • Ge e Nissan, 3 anni a studiare la mobilità elettrica

  • Annuncio della partnership che nei prossimi mesi individuerà progetti specifici su sistemi di ricarica “intelligente”.

(Rinnovabili.it) – Cresce l’affiatamento tra comparto energetico e settore automobilistico e nell’ambito delle proficue intese per lo sviluppo del trasporto sostenibile si aggiunge da ieri anche quello siglato tra due colossi, la General Electric Co e la Nissan Motor Co.
Le due parti hanno difatti firmato un accordo triennale dedicato ad incentivare, collettivamente, la ricerca nel campo delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici.
Per la casa nipponica si tratta quasi di una mossa obbligata visto l’annunciato debutto per il prossimo anno della Leaf, il modello elettrico di serie, destinato al mercato nazionale, europeo e statunitense.
Secondo quanto confermato dalle due società il lavoro si concentrerà sulle stazioni di ricarica “intelligenti”, ossia impianti che consentano la comunicazione con le aziende di servizi per alleviare la pressione sulle reti di energia elettrica. Col tempo la speranza di imprese automobilistiche e utility è che i veicoli elettrici possano costituire un valido sistema di stoccaggio dell’energia, soprattutto se si parla di rinnovabili.
“Grazie alla collaborazione con Nissan, si avrà una panoramica completa di quali tecnologie saranno necessarie per le auto, per la rete, sia a casa che a lavoro per rendere la carica intelligente una realtà”, ha dichiarato Mark Little, direttore del GE Global Research.