• Articolo , 23 febbraio 2010
  • General Electric aiuterà il Pakistan a mettere a frutto le rinnovabili

  • Il gruppo energetico firma con il Governo pakistano un Memorandum di Intesa volto a promuovere lo sviluppo delle infrastrutture energetiche e dell’economia

(Rinnovabili.it) – Il governo del Pakistan nei mesi passati ha iniziato a guardare ad un futuro energetico più pulito, si è fissato un obiettivo del 10% di energie rinnovabili nei consumi finali entro il 2015, ha istituito una commissione per lo sviluppo energetico alternativo e ha aderito al programma Climate Neutral Network (CN Net) dell’Unep per sostenere società ed economie “verdi” attraverso una crescita a basse emissioni di CO2.
Ad aiutare il paese nella sua crescita sostenibile sarà la General Electirc firmataria di un Memorandum of Understanding (MOU) con Islamabad finalizzato alla promozione dello sviluppo delle risorse energetiche del Paese. L’obiettivo ultimo è quello di aiutare a soddisfare la domanda prevista di 54.000 megawatt entro il 2020, attraverso una serie di strategie contemplate nei piani governativi, a partire da: lo sfruttamento delle fonti alternative come l’eolico, il solare, la geotermica e le biomasse; la riabilitazione e l’efficientamento di impianti esistenti di generazione elettrica all’insegna di prestazioni migliori; lo sviluppo di un sistema di trasporto su rotaia più efficiente ed ecocompatibili; la realizzazione di impianti di depurazione e riutilizzo delle acque e di centrali per il trattamento di quelle reflue. L’assistenza di GE prevede, inoltre, che il gruppo lavori per individuare le possibili fonti di finanziamento esplorando le opportunità di potenziali investimenti in tali settori. Di contro il governo si è impegnato a fornire un sostegno facilitando il rilascio dei permessi di lavoro e dei visti per i dipendenti e imprenditori della società.