• Articolo , 14 ottobre 2010
  • Geotermia, governo giapponese e aziende alleati per l’export tecnologico

  • Venti aziende giapponesi del comparto geotermico collaboreranno con il governo di Tokyo per dare vita a un gruppo di lavoro che avrà come obiettivo l’esportazione su mercati esteri delle migliori tecnologie sviluppate dalla nazione

(Rinnovabili.it) – L’ambizione del Giappone a diventare la nazione “leader mondiale”:http://www.rinnovabili.it/geotermia-il-giappone-si-candida-a-diventare-leader-mondiale595558 nello sfruttamento dell’energia della terra era già stata già resa nota qualche mese fa da Lester Brown, presidente del US-based Earth Policy Institute, che aveva messo in evidenza il grande potenziale di crescita della nazione asiatica in questo comparto. Una previsione che, a quanto pare, si sta concretizzando velocemente visto anche il recente annuncio del governo giapponese che sta per scendere in campo, al fianco dei grandi nomi dell’industria, per esportate tecnologie e know how fuori confine. Circa venti aziende del Paese, tra cui Sumitomo Corp., JGC Corp. e Electric Power Development Co., hanno avviato un piano di cooperazione con l’esecutivo nipponico per esportare e vendere su mercati esteri le migliori tecnologie sviluppate nel comparto geotermico.
Secondo quanto è stato riferito da Hiroyuki Kudo, general manager della divisione cooperazione internazionale dell’Energy Conservation Center, le aziende hanno già costituito un gruppo di lavoro per promuovere le tecnologie giapponesi di questo settore. Il gruppo sta in questi giorni lavorando sulle possibilità offerte dal mercato dell’Indonesia, dove si prevede un aumento della domanda di energia da fonte geotermica. Le aziende hanno già incontrato lo scorso 8 ottobre il ministro del commercio giapponese durante un meeting a cui ha preso parte anche la Japan Bank for International Cooperation in qualità di osservatore esterno.