• Articolo , 29 ottobre 2009
  • Geotermia: la sonda a spirale abbatte i costi d’istallazione

  • Grazie alla rivoluzionaria forma a spirale la nuova sonda Energy Resource permetterà di produrre energia rinnovabile sfruttando il vapore del sottosuolo, senza bisogno di trivellazioni troppo profonde

(Rinnovabili.it) – La Energy Resource, da tempo impegnata nel settore delle energie rinnovabili, sta per presentare il progetto nato grazie ad un brevetto internazionale messo a punto in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche e la facoltà di Geologia dell’ateneo di Urbino che rivoluzionerà il geotermico rendendolo più facilmente accessibile.
Il 6 novembre prossimo, nel corso del convegno ‘Sistemi avanzati di produzione per geotermia’ che si terrà ad Ancona, verranno elencate le applicazioni della rivoluzionaria sonda a spirale che, grazie alla sua speciale conformazione rispetto alla tradizionale sonda ad U, permetterà che la superficie di scambio sia a soli 25 metri dalla superficie terrestre rispetto ai 100 dei vecchi sistemi, abbattendo i costi di scavo e istallazione del 50%.
Grazie all’applicazione del brevetto sarà possibile creare un maggiore quantitativo di energia da fonte rinnovabile avvicinando gli obiettivi previsti dal pacchetto 20-20-20 in materia di produzione da fonte non fossile.