• Articolo , 20 maggio 2008
  • Geotermia: un innovativo impianto ad accumulo crioscopico

  • Area Science Park mostra come sia possibile oggi realizzare sistemi di produzione di energia termo-frigorifera di tipo geotermico

Come concretizzare un risparmio energetico annuo del 46% rispetto ad un analogo impianto tradizionale ad elevato risparmio energetico? A rispondere alla domanda sarà il primo degli incontri di “Domotica FVG” il progetto coordinato da Area Science Park ed incentrato sulle realizzazioni d’avanguardia per il risparmio energetico, l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile, l’integrazione e il controllo dei sistemi energetici degli ambienti dove l’uomo vive e lavora. E proprio il tema “geotermia” aprirà la serie di seminari, attraverso la presentazione dello stabilimento produttivo di Eidos spa di Chieri (To), e del suo sistema di alimentazione termo-frigorifera di tipo geotermico. Una soluzione che non produce emissioni nell’ambiente, non richiede autorizzazioni e/o prescrizioni particolari e consente di realizzare un risparmio energetico annuo del 46% rispetto ad un analogo impianto tradizionale ad elevato risparmio energetico. Grazie a due sistemi di accumulo crioscopico, uno invernale ed uno estivo, quasi tutta l’energia necessaria allo stabilimento viene prodotta durante la notte, limitando così l’uso dell’energia elettrica diurna nelle ore di picco di richiesta. Attraverso la testimonianza del progettista, ing. Gianfranco Pellegrini, verranno approfondite le tecnologie utilizzate, i bilanci tecnico-economici, le difficoltà incontrate e le soluzioni adottate.