• Articolo , 25 ottobre 2010
  • Geotermia USA, futuro in crescita

  • La Geothermal Energy Association ipotizza un fiorente sviluppo per il settore geotermico statunitense. Insieme alla crescita occupazionale si evidenzia la volontà di college ed università di investire su nuove figure professionali.

(Rinnovabili.it) – Il comparto geotermico ha diversi problemi per la sua affermazione nei Paesi in via di sviluppo, soprattutto per ciò che concerne la strumentalizzazione e le figure professionali. Questo scenario, invece, è diverso negli Stati Uniti dove secondo la GEA (Geothermal Energy Association) l’industria geotermica potenzierà la crescita dei posti di lavoro.

Pur se nel 2010 la geotermia ha avuto una flessione (si pensa che la produzione sia di 176 MW inferiore all’anno precedente), le prospettive future sembrano delle più rosee visto l’esplodere di numerosi progetti. Durante il prossimo anno si ipotizza che la geotermia crei 3.800 nuovi lavoratori per la maggior parte negli stati della California e del Nevada.

La crescita di questo settore, sempre secondo la GEA, è da ricollegarsi anche ai benefici derivanti dagli incentivi statali e dai risparmi fiscali. Inoltre l’associazione ha sottolineato che circa il 50% dei progetti finanziati si trova ancora nelle primissime battute di sviluppo.

Oltre all’aumento dell’occupazione, stanno crescendo nei college e nelle università degli Stati Uniti corsi e programmi relativi alla geotermia. La stessa GEA ha redatto “US Geothermal Education and Training Guid”, ovvero un testo dove vengono elencati diversi programmi destinati a college e all’università. Inoltre a 31 scuole americane è stata data la possibilità di effettuare ricerche e studi sulla geotermia.